GROTTAMMARE – Con la consegna della Bandiera Blu al titolare della concessione balneare “Bagno Peppina”, Giovanni Piattoni, giovedì l’assessorato all’Ambiente ha avviato simbolicamente la distribuzione del vessillo Fee agli operatori della spiaggia grottammarese.

Le bandiere, che dovranno essere esposte obbligatoriamente, quest’anno verranno distribuite “porta a porta” a circa 50 stabilimenti, a cura di delegati del servizio Ambiente, unitamente alla consegna di materiale informativo su come esporre i dati della balneazione e altre notizie su servizi ambientali e turistici.

Intanto sono in corso di allestimento le tradizionali isole ecologiche nelle spiagge libere.

Ma c’è ancora un “porta a porta” che interesserà gli operatori balneari. Da questa estate, a partire dal 1 luglio fino al 31 agosto, saranno tutti coinvolti – come lo sono ormai tutte le famiglie di Grottammare – nel sistema “porta a porta” di raccolta differenziata.

L’annuncio è stato dato dall’assessore all’Ambiente, Giuseppe Marconi, che ha anche anticipato l’organizzazione imminente di una assemblea dedicata ai concessionari di spiaggia, per l’illustrazione dei nuovi programmi e degli obiettivi da perseguire: «In questo modo tutti gli operatori verranno dotati di bidoni numerati secondo la concessione, per la raccolta indifferenziata, l’umido, il multimateriale e la carta. Il servizio di raccolta verrà poi espletato al mattino presto, con un rientro pomeridiano di un operatore che interverrà principalmente per il decoro del lungomare, ma che segnalerà anche eventuali difficoltà nello smaltimento dei rifiuti da parte degli chalet. Tendiamo comunque ad attivare un servizio molto flessibile che risponda cioè alle esigenze di ognuno. Per questo motivo, organizzeremo una assemblea dopo la metà di giugno. L’obiettivo finale è quello di eliminare gli antiestetici cassonetti dal nostro lungomare e centrare le quote di riciclato previste dalla legge. Sono comunque fiducioso nella buona riuscita di questa iniziativa perché la sperimentazione che l’anno scorso abbiamo attivato su 20 concessioni balneari è stata soddisfacente».

«Tutti capiscono che è un impegno necessario e quindi non si tirano indietro», ha aggiunto la responsabile del servizio Ambiente, Sonia Capeci, prima di riferire sui dettagli che hanno portato al conseguimento della XII Bandiera Blu FEE: «Il Comune di Grottammare è stato segnalato per le iniziative di educazione e comunicazione ambientale (20), per i sistemi di gestione dei rifiuti, per la qualità delle acque marine e di quelle interne, per la gestione ambientale secondo i parametri della certificazione europea UNI EN ISO 14.000».

In programma anche la tradizionale festa della Bandiera Blu: «La organizzeremo insieme all’assessorato alla Cultura – ha riferito l’assessore Marconi – nei giorni 24 e 25 luglio: un week end di iniziative per bambini e adulti con eventi di intrattenimento e di comunicazione ambientale. Siamo molto orgogliosi di questo ennesimo risultato perché ci convince che le nostre sono buone pratiche ambientali. Continueremo quindi su questa strada».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 952 volte, 1 oggi)