SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un due giugno particolare, con una trentina di sindaci che hanno protestato davanti alla Prefettura di Ascoli per sensibilizzare l’opinione pubblica e gli uffici periferici dello Stato sui tagli contenuti nella recente manovra finanziaria del Governo.

La presidente del Consiglio comunale di San Benedetto, Giulietta Capriotti, ringrazia il Prefetto Pasquale Minunni per la disponibilità manifestata verso i dimostranti: «Gran parte dei sindaci del Piceno hanno scelto di manifestare per protestare contro i pesantissimi tagli ai trasferimenti statali previsti dalla recente manovra economica varata dal Governo nazionale. Gli amministratori locali Le hanno chiesto, signor Prefetto, un incontro per rappresentare al Governo tutto il disagio delle comunità locali per i continui e reiterati tagli ai trasferimenti, che arrecano danni non tanto alla nostra condizione di amministratori, quanto piuttosto alla possibilità di essere vicini ai problemi dei cittadini. Lei – scrive la Capriotti – ha accolto volentieri l’invito di cui la sottoscritta si è fatta latrice e oggi, sempre a nome dei Sindaci, intendo ringraziarLa per la sensibilità e la disponibilità dimostrate. Come ha avuto modo di constatare, a seguito di tale incontro gli amministratori hanno preso parte alla cerimonia in corso nei saloni della Prefettura, come era giusto che fosse, per ribadire il senso dell’appartenenza alla comunità nazionale».

Conclude la missiva inviata dalla Capriotti: «Mi faccio dunque portavoce del desiderio di tutti gli amministratori che ha incontrato e Le rinnovo i sensi della nostra gratitudine per le rassicurazioni ricevute circa le iniziative che intende intraprendere a breve per informare il Governo del grande disagio vissuto dalle nostre comunità, già duramente colpite dalla crisi economica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 487 volte, 1 oggi)