SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Europa con gli occhi su San Benedetto: dal 28 luglio al 7 agosto la città della Riviera delle Palme ospiterà i campionati europei di pattinaggio, tra la pista Panfili e la nuova struttura per il pattinaggio su strada che verrà realizzata in zona Santissima Annunziata.
Come ricorda Umberto Urbinati, memoria storica del pattinaggio sambenedettese e attuale presidente della Federazione Europea del Pattinaggio, carica che ha consentito di scegliere San Benedetto come sede della competizione, «quest’evento si svolse già a San Benedetto nel giugno del 1974, in viale De Gasperi, davanti all’attuale comune. Allora si era al secondo appuntamento europeo del genere dopo quelli del 1973».
Stavolta gli accorgimenti saranno al passo coi tempi: nuovo manto della pista Panfili, presto nuova tribunetta, nuova struttura su strada. E poi tre dirette televisive su Rai Sport Sat 2 il 30, 31 e 1° agosto, e attenzione per gli aspetti turistici: si stima infatti che il movimento sarà tale da coinvolgere mille persone ogni giorno per quindici giorni.
«Si tratta di una grande opportunità sportiva ed economica – spiega l’assessore allo Sport Fanini – che cogliamo in un periodo dove solitamente non è facile far venire i turisti a San Benedetto. Come amministrazione ci abbiamo messo del nostro realizzando gli impianti».
Parteciperanno 27 nazioni europee, che concorreranno all’assegnazione di 92 titoli. Lardani della Pattinatori Sambenedettesi, società organizzatrice, cita i nomi dei sambenedettesi che possono lottare per un titolo europeo: naturalmente la figlia Laura, campionessa mondiale in carica nei 15 mila metri ad eliminazione, ma anche l’amica Simona Di Eugenio, di Martinsicuro, anche lei vincitrice negli anni passati di un titolo mondiale, così come Matteo Amabili della Riviera delle Palme Skating in Line. Ad ogni modo Urbinati pronostica 5 o 6 vittorie per gli atleti di casa.
L’arrivo delle nazionali partecipanti avverrà anche prima dell’inizio delle gare, per ambientarsi e studiare le piste. Gli olandesi, ad esempio, arriveranno il 25 giugno, la Germania il 23 luglio. Nel frattempo è previsto l’arrivo di svizzeri, austriaci, cechi, belgi.

Nel dettaglio il programma prevede gare su pista dal 29 luglio al 1° agosto, mentre dal 3 al 6 si disputeranno gare su strada. Il 7 agosto prenderà il via la Maratona che assegnerà il titolo della specialità sul classico circuito stradale che comprenderà il lungomare Trieste e l’isola pedonale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 917 volte, 1 oggi)