MONTEPRANDONE – Si è celebrato in grande stile il 64° anniversario della Festa della Repubblica a Monteprandone, con un concerto musicale intervallato da letture sulla Costituzione. Gremita per l’occasione la Piazza dell’Unità di Centobuchi: erano presenti, tra gli altri, Giovanni Gaspari, Domenico D’Annibali, Antonio Del Duca, sindaci rispettivamente di San Benedetto, Cupra e Montedinove, e il presidente della Banca Picena Truentina Gino Gasparretti. Ma a rendere ancora più speciale l’evento è stata la partecipazione di una delegazione francese di Alfortville, città gemellata con San Benedetto del Tronto.

L’Orchestra di Fiati “Riviera delle Palme” ha proposto i brani più significativi legati alla storia italiana, come “Si ridesti il leon di Castiglia” di Verdi, “Bella Ciao” e l’Inno di Mameli. Tra un’esecuzione e l’altra i ragazzi del “Laboratorio Teatrale di Monteprandone”, coordinati da Tonino Simonetti, hanno letto alcune pagine celebri sulla Costituzione.

Per il sindaco Stefano Stracci, «La manifestazione nasce con la volontà di rendere ancora più popolare la Festa della Repubblica, rafforzando il sentimento di unità nazionale di cui il nostro paese ha più che mai bisogno». Giovanni Gaspari e il sindaco di Alfortville René Rouquet si sono a loro volta complimentati con l’amministrazione di Monteprandone per l’iniziativa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)