SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I cittadini hanno sempre più spesso la tendenza a chiedere alla Pubblica Amministrazione la stessa qualità dei servizi che sono abituati a ricevere dal privato. Per questo, il vicesindaco e assessore alle Finanze Antimo Di Francesco ha avviato un progetto di “customer satisfaction”, di concerto con il direttore del servizio tributi – Sportello Equità e Catasto, Tonino Brandimarte.

Ai contribuenti che si recheranno allo sportello per svolgere pratiche Ici e Ta.r.s.u. verrà proposto un questionario, per conoscere il grado di soddisfazione in merito alla qualità dei servizi offerti e per progettare servizi tarati sui bisogni effettivi dei cittadini, utilizzando al meglio le risorse disponibili. La collaborazione dei contribuenti risulterà quindi utile ed importante per migliorare le attività ed i servizi erogati dallo Sportello Equità e Catasto e per perseguire l’obiettivo di soddisfare le esigenze dell’utenza in termini di qualità ed efficienza oltre che di riduzione dei costi amministrativi e dei tempi di risposta

Nell’imminenza della scadenza dell’Ici e della Tassa dei rifiuti, sono stati ultimati i lavori di realizzazione del nuovo front office ossia della nuova area di ricevimento del pubblico che favorirà una migliore accoglienza dei cittadini-utenti.

Il crescente aumento dei servizi erogati dallo Sportello Equità e Catasto, quali il calcolo allo sportello dell’Ici dovuta, l’assistenza nella compilazione dei modelli Tarsu, la possibilità di pagare con bancomat e carta di credito, ha reso necessario l’allestimento di uno spazio adeguato a ricevere il contribuente, un nuovo front office idoneo a garantire riservatezza e privacy e dotato dei necessari strumenti tecnici per una maggiore efficienza e qualità del servizio.

L’ufficio rinnovato è sempre al terzo piano, presso il settore Finanze e patrimonio del Comune (in viale De Gasperi 120) ed è strutturato in cinque postazioni operative con un’area di attesa dotata di un sistema “elimina code”, come quelli ormai sempre più diffusi negli uffici pubblici.

Il vicesindaco tiene inoltre a rimarcare: «Il Comune deve operare in una logica aziendale, per erogare servizi quantitativamente e qualitativamente rispondenti alle esigenze della comunità e al soddisfacimento dei bisogni dei cittadini».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 407 volte, 1 oggi)