SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Io candidato sindaco del centrosinistra nel 2011? Solo se si fanno le primarie di coalizione». Sabato mattina nella consueta conferenza stampa Giovanni Gaspari ha ribadito quanto anticipato nella recente intervista a Riviera Oggi.
«Qui tutti affermano di parlare a nome del popolo – ha aggiunto l’inquilino di viale De Gasperi – e io intendo rifarmi al giudizio degli elettori. Non pongo veti su altri, e di conseguenza non accetto veti su di me che non siano seriamente motivati. Bisogna pesarsi, pesare il proprio consenso, mi ha fatto piacere l’indicazione dei circoli del Pd verso la mia ricandidatura, ma intendo confrontarmi con gli altri partiti della coalizione, e con altri aspiranti candidati sindaco, sulla base ovviamente di programmi politici simili».
Il sindaco poi torna al 2006, sostenendo che anche quell’anno chiese di passare per le primarie ma «Rifondazione si oppose».
Sullo “sprint” verso l’ultimo anno di mandato, il sindaco è ottimista: «Ci sono tante opere pubbliche che stanno per partire dopo un lungo iter, e risolveranno problemi sentiti. Penso ai sottopassi di via Pasubio e via San Giovanni, alla sistemazione dell’Albula, alla sistemazione idraulica di piazza San Giovanni Battista, ai lavori di messa in sicurezza del Paese Alto».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 850 volte, 1 oggi)