SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Banca Picena Truentina dona una nuova ambulanza alla zona territoriale 12 dell’azienda sanitaria regionale.

Per il 2009 la Banca aveva destinato complessivamente trentamila euro a favore dell’ospedale “Madonna del Soccorso”, di cui diecimila euro sono stati frutto della donazione dei dipendenti, del consiglio di amministrazione e degli organismi di controllo della Banca. Tale donazione non è stata tuttavia spesa per intero e, cumulata alla somma che la Banca ha inteso elargire per il 2010, è stata destinata all’acquisto della nuova ambulanza dotata di tutte le più sofisticate attrezzature.

La donazione, dunque, fa seguito alla ormai consolidata consuetudine avviata già nel 2006 quando sono stati acquistati un ciclo-ergometro e un registratore holter rispettivamente per l’ambulatorio cardiologico del Distretto e per l’Unità Operativa di Medicina Interna dell’ospedale di San Benedetto del Tronto, mentre nel 2007, sempre grazie alla Banca Picena Truentina, il presidio ospedaliero ha potuto dotarsi di due defibrillatori amagnetici per le risonanze magnetiche nucleari e un’ambulanza dotata di attrezzatura per la rianimazione destinata alla Croce Rossa. Anche nel 2008, grazie al contributo dei dipendenti dell’istituto di credito, sono stati acquistati un elettroencefalografo portatile per l’Unità Operativa di Neurologia, sedici culle neonatali e un mobile per infermeria per l’Unità Operativa di Pediatria, mentre con il contributo dei soci e dei membri del Consiglio d’Amministrazione è stato acquistato un facoemulsificatore per il trattamento della cataratta, strumento previsto dal progetto di sviluppo dell’attività chirurgica di Oculistica.

Afferma il presidente della Banca Picena Truentina, Gino Gasparretti: «Il miglioramento delle condizioni morali, culturali ed economiche dei soci e degli appartenenti alle comunità locali è per statuto e per vocazione tra gli obiettivi principali dell’istituto di credito che, oltre a una serie di interventi a favore delle associazioni dislocate su tutto il territorio di competenza, ha supportato e continua a supportare fattivamente il presidio ospedaliero di San Benedetto del Tronto. Grazie alle donazioni avvenute nel corso degli anni la Banca ha infatti contribuito a ottimizzare sia la qualità dei servizi sia la qualità dell’assistenza nei confronti dei cittadini. Mi preme in proposito ringraziare tutti coloro che l’hanno reso possibile ovvero i soci, i collaboratori, il consiglio di amministrazione, il collegio sindacale e la nostra clientela».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)