SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prendi un atelier stile bottega artigianale di un tempo, una villa che si trasforma in passerella per una notte, l’originalità, la passione e l’intuizione di un giovane stilista e hai fatto la moda secondo Vittorio Camaiani.
Un talento della moda locale che piace anche all’estero e da oltre un ventennio veste le donne del jet set internazionale, da quando, a partire dagli anni ‘80, come giovanissimo apprendista dello stilista sambenedettese Massimo Fioravanti, ha mosso i primi passi nell’alta moda.
Giovedì 27 maggio lo stilista ha aperto le porte dell’atelier di via Lucania per presentare la collezione primavera/estate 2010 e per raccontare qualcosa di sè, forte del successo riscosso nelle sfilate di Roma, Bologna e Assisi. Con l’occasione è stato anche anunciato il rinnovamento del sito web (www.vittoriocamaiani.it) dedicato ai viaggi dell’artista.
Camaiani ama far sfilare le proprie collezioni in contesti raccolti e senza troppi clamori, come suggestive ville o alberghi di classe, in cui trasportare un pezzo di laboratorio e presentare alle clienti – proprio come avveniva negli atelier di un tempo – abiti da ammirare, toccare e provare. Così negli anni lo stilista ha allacciato rapporti con grandi personalità del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura che hanno apprezzato e indossato i suoi capi.
La nuova collezione primavera/estate 2010 è stata presentata con lo slogan “prendi dall’armadio ad occhi chiusi”. E’ una collezione facile da mescolare che, senza dettare ordini, si ispira alla moda anni ‘60. Un mood che gioca sulla distrazione, in una cascata di seta, organza e taffetà. Un bell’angolo è poi dedicato alle borse, prima fra tutte la Robin Hood, da sempre pezzo forte e apprezzassimo delle collezioni del maestro.
Il prossimo appuntamento per la moda Camaiani è fissato per domenica 13 giugno presso le Cantine Velenosi di Ascoli Piceno alle ore 18:30. Vino, degustazioni e pret a porter per proporre un abbinamento inedito tra due specialità del made in Italy: l’alta sartoria e la produzione vinicola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 789 volte, 1 oggi)