SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per carità, ci sono cose ben più gravi, e Fanini stesso ha il buon senso di riconoscerlo. Però c’è un “ingolfamento” di iniziative uguali e parallele che secondo l’assessore alle Politiche Giovanili Eldo Fanini poteva essere risparmiato.

«La Provincia di Ascoli Piceno, tra le tante possibilità che aveva per celebrare degnamente il “compleanno” della nostra Repubblica, abbia deciso di organizzare per il 2 giugno una “cerimonia di consegna della Costituzione italiana ai giovani del territorio che nel corso dell’anno 2010 raggiungeranno la maggiore età”, come si legge nell’invito spedito dal presidente Piero Celani».
Però, aggiunge Fanini, c’è un però: «Il Comune di San Benedetto da quattro anni organizza per il 2 giugno una cerimonia intitolata “Conosci la Costituzione”. Ogni anno viene invitato a relazionare sul tema un insigne giurista o un docente universitario e la giornata si conclude con la consegna di una copia della Costituzione ai ragazzi che diventano maggiorenni nel corso dell’anno e residenti a San Benedetto e nei Comuni del comprensorio. L’iniziativa infatti viene organizzata in collaborazione con le Amministrazioni comunali ricadenti nell’ambito della Zona territoriale 12. Tutto ciò dovrebbe essere a conoscenza del Presidente Celani e dell’Amministrazione provinciale che sempre viene invitata alla cerimonia. Eppure ci saranno quest’anno tanti ragazzi del territorio che riceveranno due inviti per due cerimonie di eguale contenuto, nello stesso giorno ma in due luoghi diversi».
La conclusione dell’assessore sambenedettese è questa: «Un pizzico di originalità in più non avrebbe guastato: ne avrebbero beneficiato i nostri ragazzi e le relazioni tra istituzioni pubbliche».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 368 volte, 1 oggi)