SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «O ci viene concesso un aumento delle deroghe o rendiamo centro storico tutta la città». Con questa battuta il sindaco Gaspari ha replicato ai cronisti che gli chiedevano novità in merito alle decisioni inerenti le aperture domenicali dei negozi sambenedettesi. Le zone che urbanisticamente sono catalogate come centro storico, infatti, hanno la possibilità di avere più deroghe ai vincoli sulle chiusure settimanali delle attività commerciali.
«Ora siamo a quota 26 domeniche annuali di deroga al dovere di chiusura», ha continuato il primo cittadino. «Chiediamo almeno che si arrivi a 31. Pretendiamo un trattamento conforme a quello riservato ai vicini paesi abruzzesi, nostri diretti concorrenti».

Si tratta di una richiesta alla Regione Marche, competente nel normare la disciplina del commercio, e all’assessore al Commercio Antonio Canzian. Mercoledì ad Ancona si è parlato di questa tematica in una riunione dell’Anci Marche, l’associazione dei Comuni, a cui ha partecipato l’assessore al Commercio del Comune di San Benedetto Domenico Mozzoni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 470 volte, 1 oggi)