TORTORETO – I tagli del Governo sui fondi per l’alluvione del 2007 a Tortoreto ed Alba Adriatica riaccendono gli attriti tra maggioranza ed opposizione a Tortoreto. «Il capogruppo di maggioranza Antonio Di Giovanni – afferma Mauro Di Bonaventura, segretario del Pd – ammette che il Governo Berlusconi ha tagliato drasticamente i fondi che il centrosinistra aveva stanziato per Tortoreto».  

La risposta scritta è stata fornita a seguito di una richiesta di informazioni avanzata dal gruppo di opposizione del Pd sull’entità dei finanziamenti destinati al risarcimento danni per gli allagamenti del 2007.  

Ma Di Bonaventura attacca anche sulle scelte amministrative della maggioranza Monti: «dopo 13 anni di Bandiere Blu, di investimenti sulla vivibilità, sulla certificazione ambientale, sulla qualità della vita, sono bastati pochi mesi di centrodestra per mettere tutto a rischio: anziché proseguire con gli investimenti per il lungomare, le fognature, il centro storico, via Trieste, la rotonda, le opere per le frazioni, questa maggioranza di centrodestra preferisce spendere i soldi in consulenze, nonostante il Comune abbia già ottimi professionisti al suo interno».

«Forse il centrodestra – conclude – vuole una Tortoreto mortificata e dequalificata. Noi invece siamo orgogliosi di viverci e vogliamo migliorarla».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 225 volte, 1 oggi)