ASCOLI PICENO – «E’ una cosa kafkiana, ma se così non fosse, chiederemo l’istituzione del “Marcuzzo”, perchè abbiamo molta affinità con la Val Vibrata e Teramo».

Lo dichiara il presidente della Provincia di Ascoli Piceno Piero Celani, nel giorno in cui la maxi manovra Tremonti paventa l’abolizione della Provincia di Ascoli, pur se solo di 7000 abitanti meno popolosa del limite minimo di 220mila abitanti stabilito dal Governo per mantenere in vita le Provincie.

«Sono anni – aggiunge Celani – che denunciamo l’assurdità di dividere i nostri territori, e abbiamo sempre avversato la separazione di Fermo. Non siamo stati ascoltati, e ora scopriamo che avevamo ragione noi, e che qualcun altro ha sbagliato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.339 volte, 1 oggi)