CUPRA MARITTIMA – Anche questa volta la cooperativa Idrea di Andrea Mora è riuscita a trasmettere l’amore per l’archeologia ai giovanissimi. Nei giorni scorsi infatti, dal 13 al 22 maggio, si è svolto il “Campo didattico Archeologico Internazionale” con gli alunni della scuola elementare di Massy, in Francia. Venerdì 21 maggio i giovani studenti hanno ricevuto l’attestato di partecipazione al corso presso la Sala Consiliare del Comune di Cupra direttamente dalle mani dell’assessore alla cultura Luciano Bruni e dal Sindaco Domenico D’Annibali che si sono complimentati con i piccoli francesi per l’entusiasmo dimostrato sottolineando: «Facciamo del tutto per preservare le bellezze del territorio e renderle fruibili al pubblico, e ci fa particolarmente piacere quando viene apprezzato anche dagli stranieri».

Durante la settimana i ragazzi hanno visitato le principali risorse culturali, storiche ed archeologiche del Piceno e del Fermano, a Cupra in particolare hanno apprezzato la Malacologia, il Parco Archeologico ed il Museo del Territorio. «Recandoci a San Marco – ha aggiunto Andrea Mora – presso l’artista del travertino Giuliano Giuliani, i bambini hanno avuto inoltre la fortuna di poter ammirare in anteprima la scultura che andrà a raffigurare Padre Matteo Ricci in occasione dell’anniversario della sua morte». Gli scambi culturali, giunti al loro undicesimo anno, proseguiranno anche nel periodo di luglio, quando arriveranno altre classi da Massy e da Noisy Sur Ecole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 366 volte, 1 oggi)