TERAMO – E’ stato convocato per mercoledì 26 maggio il tavolo con Nicola Zincani della società autostradale, per risolvere la spinosa questione dei suicidi dal viadotto del Salinello lungo l’A14, situato nel territorio di Tortoreto. L’iniziativa, promossa dall’assessore Francesco Marconie da alcuni colleghi della Giunta interessati per competenza, prevede l’installazione di reti di protezione sul lato est del ponte, perché, a detta dell’assessore «è innegabile che la posizione e la struttura stessa del viadotto esercitano un forte richiamo su persone turbate e consentono con relativa facilità l’attuazione di propositi suicidi».

All’incontro, che si terrà alle 9 presso la sede della Provincia di via d’Annunzio, sono stati invitati anche il presidente del Tribunale, le Forze dell’ordine, la Prefettura e i sindaci dei Comuni maggiormente interessati: Tortoreto, Sant’Egidio e Mosciano Sant’Angelo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.368 volte, 1 oggi)