ASCOLI PICENO – Dopo il successo dei precedenti appuntamenti, l’Associazione PicenoGuide si accinge ad effettuare, domenica 30 Maggio, la settima escursione del ciclo “Passeggiate di primavera 2010”, dal titolo: “Alla Montagna dei Fiori per il valico del Vallone“.

La meta, come spiegano i responsabili dell’Associazione, è la Montagna dei Fiori, «uno splendido balcone sulla Valle del Tronto». L’itinerario prevede il raggiungimento del punto di partenza dell’escursione – località Tre Caciare, nei pressi di San Giacomo – in auto. Da lì, il sentiero comincia a salire tra le rocce finché non si entra in una faggeta, con un sottobosco fiorito (primule, anemoni, ciclamini, colombine e narcisi). Si proseguirà poi risalendo il pendio fino alla capanna di pietra (a quota 1485 metri s.l.m.), oltrepassata la quale si giungerà ad un valico. Da lì sarà possibile vedere la grotta dell’Eremo di Sant’Angelo in Volturino.

Racconta, Massimo Scendoni, una delle Guide abilitate di PicenoGuide: «Proprio qui, nel vallone, è ambientata la leggenda di Fra Sigismondo, sbranato dai lupi. L’angolo di prato che aveva visto la “strascina” e la morte del Santo rinverdisce da allora ogni primavera, fecondato dal sangue del monaco».

La passeggiata continuerà sul sentiero che da Croce di Corano si inerpica sulla vertiginosa parete rocciosa. Si vedranno i pascoli del Vallone, la sorgente delle Caccavalle e il Lago in cui vive il tritone crestato. Infine, si arriverà in vetta (1678 s.l.m.). «Da qui» spiega Scendoni, «nelle giornate più serene e limpide è possibile ammirare un vasto panorama: si possono, addirittura, scorgere le isole e le coste dalmate nei pressi di Spalato».

Per informazioni e prenotazioni: tel. 366-2824878; e-mail: info@picenoguide.it; web-site: http://www.picenoguide.it/

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 673 volte, 1 oggi)