GROTTAMMARE – A cura di Giarmando Dimarti, verrà inaugurata sabato 29 maggio alle 18 presso la Galleria Opus la mostra “Angeli del mare”, che vedrà venti opere inedite degli artisti Francesco Colella e Angelo Maria Ricci.

«Il faro – spiega il curatore Dimarti – è ormai superat, la navigazione ad oggi può contare di diversi tipi di strumentazione all’avanguardia. Resta però un simbolo, richiamano alla mente la grandiosità del passato, un richiamo alla memoria storica. Attraverso le opere ripercorriamo un percorso emblematico, che da’ poetica a qualcosa che di poetico non è, essendo il faro il simbolo dell’uomo che si è dato alla navigazione per il commercio, quindi per il danaro».

La mostra vedrà dieci opere di Francesco Colella e dieci di Angelo Maria Ricci, si snoderà in un percorso irrequieto, veemente e forte per il primo, dato dall’olio spatolato e dai colori vivaci, e leggero, tranquillo e sereno del secondo, dato dagli acquerelli e dal disegno.

Un confronto perfetto, fra due persone diametralmente opposte, che sono come il mare può essere: calmo, tranquillo, sereno e celare quel qualcosa proprio sotto al pelo dell’acqua, allo stesso tempo può mostrarsi come mosso, impetuoso, che travolge ciò che si trova davanti.

«Il Comune di Grottammare – spiega l’assessore Enrico Piergallini – è testimone di un grade evento, due persone che si incontrano in maniera non solo amicale, ma anche artistica. Questo ci da’ la dimostrazione di un’arte che non è gelosia o narcisismo, come spesso accade. Se non ci fosse questo tipo di arte, la città sarebbe muta e inerte avvolta soltanto da antichi monumenti».

In questa mostra, la prima ufficiale come artista per Angelo Maria Ricci, illustratore di Diabolik, verranno mostrati da parte dell’illustratore dieci tavole «illustrazioni ncorniciate – come dice Ricci – nate dall’amicizia che mi lega a Francesco. Come chi mi conosce sa, non amo mettermi in mostra, l’unico scopo è quello di sugellare ed esaltare il nostro legame».

Dieci opere anche per Francesco Colella, che pone l’accento sulla tipologia di galleria che è Opus «È uno spaziodiverso, in cui le persone possono dialogare, un luogo di interscambio culturale, vivibile. Questo spazio lo condividiamo con la cittadinanza».

A parlarci della Galleria, nata quest’anno e alla sua seconda esposizione, è il proprietario, Marcello Mongiello, che proviene dall’esperienza con Artesinergy di San Benedetto del Tronto «Stiamo attivando diverse collaborazioni fra gallerie, fra cui la Fanelli di Aprilia e la Dam di Magenta. Lo spazio è nato per Francesco, che se lo merita, e si sta allargando anche ad altri artisti».

La mostra “Angeli del mare”, che verrà inaugurata sabato 29 maggio alla galleria Opus, resterà aperta fino alla fine di giugno. Orari: mattino dalle 10  alle 13 e pomeriggio dalle 16 alle 19, incluso il sabato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 631 volte, 1 oggi)