SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Lo sport nella Provincia di Ascoli Piceno è un vero e proprio stile di vita. Si è svolto sabato mattina presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico Commerciale “A. Capriotti” di San Benedetto l’incontro voluto dall’assessorato allo sport della Provincia di Ascoli Piceno, per rendere noti i dati riguardanti l’indagine di ricerca, commissionata dalla Provincia stessa all’istituto IRIS (Istituto Italiano Ricerca Informazione Statistica), volta a indagare su quale sia il rapporto che, oggi, intercorre tra i giovani e il mondo dello sport.

L’indagine di tipo campionaria è stata portata in tutte le scuole superiori della Provincia, interessando un vastissimo campione di studenti che si è sottoposto alla ricerca compilando un semplice questionario, anonimo, che tocca la sfera personale di ogni individuo andando a cogliere i punti focali delle scelte di vita, soprattutto nei confronti dello sport. Dalla ricerca, infatti, con il 52,6% si nota come la pratica sportiva tra i giovani studenti sia ampia e consapevole occupando nella metà dei casi un’attività sportiva regolare e continuativa con iscrizioni presso strutture, associazioni e federazioni. Inoltre l’indagine conferma al 96,6% come la maggior parte degli studenti abbia avuto, almeno una volta, un’esperienza con la pratica dello sport. Tuttavia è emerso che il 18,7% ha abbandonato la pratica dello sport e il 25,3% si astiene dal praticarlo con frequenza, per mancanza di tempo o per altri interessi quotidiani. Sono rari i casi dell’impedimento all’attività sportiva, infatti solo il 3,8% è di tipo economico e il 10,7% è per problemi logistici. Anche le famiglie hanno un ruolo fondamentale e rilevante nella scelta delle discipline sportive che praticano i propri figli, con il 26,9% la scelta viene indotta a sport classici come il calcio e l’attività motoria in palestra. Anche i giovani stessi però scelgono in autonomia lo sport da praticare, infatti, la metà dei casi segue con una frequenza gli aventi sportivi dal vivo (29,2%) e tramite i mezzi di comunicazione (56,8%). Cosa li spinge nella maggior parte dei casi a entrare in questo mondo? Con il 37,7% dei casi la scelta cade sulla cura della propria forma fisica, al secondo posto con il 15,6% l’esercizio fisico è per i giovani un modo per abbellire il proprio corpo, al terzo posto con il 13,6% si parla di aspirazione, i giovani ci entrano per esercitare un leale agonismo, al quarto posto con il 12,8% dei casi praticano attività sportiva per coltivare amicizie e divertimento. Un altro dato importante rilevato è una minore sportività nell’universo femminile, infatti, per quasi una ragazza su tre lo sport è un elemento assente sia in termini di frequenza sia d’impegno e con il 60% dei casi le ragazze dedicano allo sport meno di quattro ore settimanali. Tra le praticanti solo il 27,6% dei casi fa sport in maniera agonistica o professionale. «La diffusione della pratica dello sport tra i giovani studenti del Piceno è ampia e consapevole- sostiene l’assessore Provinciale allo sport Filippo Olivieri – e per i giovani la pratica sportiva deve essere una vera e propria palestra alla vita. Abbiamo voluto investire in questa ricerca per andare a risanare quelle percentuali negative che si riferiscono alla mancata pratica sportiva e per migliorare laddove non ci fossero gli impianti volti alle attività. Per me lo sport è un forte strumento educativo e non deve passare in secondo piano perché l’educazione è alla base dello sport». Presente alla conferenza il Presidente della Provincia Pietro Celani che afferma: «Lo sport per i ragazzi rappresenta uno dei fattori educativi più importanti perché ci porta alla conoscenza del rispetto di sé stessi e degli altri, al saper condividere e a saper sacrificarsi. Sono trentatre i comuni del Piceno e posso dire che non dobbiamo lamentarci in quanto a strutture sportive, e, nei Comuni che ne avranno necessità ci renderemo disponibili, infatti, quest’indagine è stata fatta proprio per capire quali sono i punti di vista dei giovani e come poterli aiutare». Hanno partecipato all’incontro Maurizio Compagnoni, giornalista SKY e il campione dei 100 mt ostacoli John Mark Nalocca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 949 volte, 1 oggi)