ALBA ADRIATICA -Un pericoloso latitante cinese è stato arrestato venerdì 21 maggio ad Alba Adriatica. Nel 2007 il giovane asiatico, oggi ventenne, era stato condannato in primo grado a 28 anni di carcere per l’omicidio di due connazionali, ma una volta accertata la sua minore età all’epoca dei fatti, la sentenza era stata annullata. Era uscito di prigione a febbraio, al termine delle misure cautelative nei suoi confronti.

Un mese dopo, però, il Tribunale dei Minorenni di Milano aveva emesso contro di lui un’ulteriore ordinanza di custodia cautelare per un altro reato: era accusato di estorsione aggravata dall’uso della pistola, commessa nell’ottobre del 2006 a Milano.

Da Milano, il giovane non aveva perso tempo ed era fuggito ad Alba Adriatica, dove la Polizia lo ha trovato a seguito di un lungo periodo di appostamenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 999 volte, 1 oggi)