SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giovane tecnico di personal computer denuncia anziano per aver scoperto materiale pedopornografico nel computer che gli aveva da poco consegnato per una riparazione. Il caso è finito in tribunale martedì 18 maggio e al termine della prima udienza il giudice Giuliana Filippello ha disposto una perizia sull’oggetto sequestrato e contenente il materiale criminoso.

Ha origini ascolane ma il 75 enne risiede a San Benedetto. Gli è stata contestata la detenzione di materiale pedopornografico scoperta proprio da un tecnico specializzato mentre gli riparava il computer.

Il materiale criminoso era archiviato nell’hard disk e il giovane dopo averne scoperto il contenuto ha denunciato il titolare del computer alla Polizia Postale che ha disposto l’immediato sequestro del bene.

Per il Giudice, il caso va esaminato con cura e sulla base dei fatti e delle testimonianze ottenute in aula ha disposto una perizia approfondita dell’hard disk rinviando il caso a prossima udienza.

Di recente sempre nelle Marche tra Ancona e Macerata sono state indagate e perquisite 18 persone nel merito di un’azione della Polizia Postale di Catania volta a contrastare la diffusione di materiale pedopornografico. Nel merito non ci sono collegamenti con il caso sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.313 volte, 1 oggi)