presto ulteriori articoli e interviste video
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alle 12:30 di venerdì presso la sala stampa del Riviera delle Palme si svolge la presentazione del progetto stadio consegnato dagli ingegneri rossoblù al comune di San Benedetto del Tronto. Successivamente il presidente Spina presenterà a giornalisti e tifosi presenti Santiago Bianchi ed un altro atleta che vestirà la maglia rossoblù nella prossima stagione.

DALLE 12 E 30 AGGIORNAMENTI IN DIRETTA WEB SU RIVIERAOGGI.IT

Inizio ore 12,54:

Viene presentato il nuovo acquisto Santiago Bianchi, applaudito dai tifosi presenti. Presente anche il procuratore Carlos Pizi

SPINA  Lo stavamo seguendo da dicembre, non perché l’abbiamo visto su Youtube, già dal tempo della squalifica di Menichini, soltanto era in Ecuador, poi in Grecia, ma sapevamo sarebbe arrivato qui. E’ una scommessa per tanti, non per noi, se non avrà problemi di ambientamento, è una seconda punta dai piedi buoni, ha giocato davanti a 60 mila persone alla Bombonera. Ci sono persone che hanno segnato 100 gol in Serie D ma poi non è detto rendono, lui è un giocatore valido.

BIANCHI Grazie per l’accoglienza, contento per l’accoglienza della proprietà, dell’allenatore, credo nel progetto Samb. Ha un’obiettivo, che è quello di far salire di categoria la Samb, sono qui per questo, sono convinto di dare tutto in campo, lo garantisco. Lavorerò seriamente e gli obiettivi si raggiungeranno. Perché alla Samb dopo campionati di Serie A e B in giro per il mondo? Mi sono fidati del club e del progetto, una scommessa mia da dimostrare al presidente. Un club importante, aggiunge il traduttore-procuratore Pizi.

CARLOS PIZI Lui è un attaccante, non ha segnato tanto ma ha fatto fare tantissimi gol, nel calcio è importante farli e farli realizzare, e lui questo lo ha fatto sempre bene. Nella carriera di un giocatore ci sono tante difficoltà, negli ultimi anni sono stati dei problemi economici importanti.

SPADONI (D.S.) Siamo soddisfatti di aver portato a termine questa trattativa, ci fa piacere lo spirito con cui si è presentato ieri a me e a mister Palladini. Sarà un giocatore che dovrà dare una mano al gruppo insieme all’allenatore e la società. Siamo stati un gruppo un anno fa, lo saremo ancora assieme alla tifoseria. Ci tengo a far sapere che questa è una società che mantiene fede agli impegni. Oggi abbiamo portato a termine un grosso acquisto, con tanta esperienza in questa e in categorie superiori, avremmo voluto fare il nome ma sta risolvendo dei problemi con la società dove sta giocando. Si tratta di un altro attaccante, ma rispettiamo il suo volere, sta risolvendo delle “pendenze”.

PALLADINI Santiago è un giocatore generoso, fa molti assist, calcia bene di destro o di sinistro. Ieri siamo andati in campo, gli ho detto di guardare bene la curva dei tifosi, gli ho detto che sono felicissimi dei gol ma vogliono vedere la maglia bagnata e l’impegno, e quello non mancherà. Gli argentini, per quello che ho visto nella mia carriera di calciatore, sono gente tosta. Per i gol, può segnarli lui o altri, l’importante è il risultato finale.

SPADONI Abbiamo già confermato Pulcini, Mengo, D’Aniello, Chessari e Zazzetta. Abbiamo avuto incontri interlocutori con Cacciatore, Oresti e Ogliari. C’è nostra volontà di proseguire il rapporto. Per il resto siamo al 20 maggio, è presto, anche per il discorso dei giovani perché sarà una cosa basilare, cercheremo di integrarla nel migliore dei modi, sarà il 5° campionato di D. I nomi che sono circolare sono giocatori molto importanti sui quali in questo momento c’è attenzione da parte della Samb, il che non significa che l’abbiamo concluse. In attacco oltre Bianchi abbiamo un altro attaccante acquisito, poi vorremmo avere Cacciatore, ma anche Menichini o Gentili, anche se Cacciatore è in prima battuta, poi Carioti e un altro giovane. Spina era ottimista? Lo siamo, stiamo cercando di realizzare quello che abbiamo in mente. Non escludiamo a priori i giocatori che sono stati qui quest’anno. La porta per loro non è chiusa. L’organico sarà composto da 11 giocatori “over” e 11 giocatori “under”. Avremo quindi tre attaccanti over, tre centrocampisti over, tre difensori over. L’anno scorso abbiamo avuto la fortuna di due ragazzi come D’Angelo e Nicolosi, ma ne dovremo parlare di più quest’anno. Se resta D’Angelo (al momento nessuno lo ha richiesto), sarà l’unico ’90. Se arriva una richiesta dalla B o dalla C le cose cambiano, è un nostro impegno.

BARTOLOMEI Presenta il nuovo ufficio marketing: “Il nostro obiettivo è quello di crescere fino ad arrivare ai professionisti. Magari l’anno scorso nella fretta abbiamo anche fatto degli errori. Ci affidiamo a Roberta Ripani e Gianni Traini, cercando di dare la massima visibilità agli sponsor. L’altro obiettivo era quello di uno stadio nuovo, per dare alla Samb la possibilità di “autogestirsi” in questo o futuro campionato. Ringrazio anche i movimenti dei tifosi, i Tifosi Pro Samb, che si stanno movimentando per aiutare la società, noi siamo contenti e disposti ad aiutarli, già da lunedì ci sarà la prima assemblea che sarà fatta in questa sala dove ci sarà l’elezione di un dirigente che si rapporterà mensilmente con la società”.

ROBERTA RIPANI Sono contenta di questo incarico, anche se da venti anni vivo a Roma sono sambenedettese. Ammiro la società attuale. Stiamo pensando delle iniziative ad hoc per le aziende sponsor, con una collaborazione che può essere proficua. Il piano marketing sarà presentato ad aziende locali ma anche ad aziende che operano a livello nazionale. Lo presenteremo la prossima settimana. Valorizzeremo molto il merchandising. Venderemo nuovi prodotti sul sito ufficiale della Samb e punti vendita indicati dalla Samb.

GIANNI TRAINI Ero un calciatore della Samb, con orgoglio posso lavorare per la società, ho visto persone serie che vogliono riportare la Samb dove gli spetta, quindi assieme a Roberta mi adopererò per far sì che le aziende locali acquistino fiducia nella Samb.

PROGETTO STADIO

SPINA Il Comune ha firmato il nostro bando. C’eravamo solo noi, ringrazio l’ingegner Enrico Cinciripini che per due mesi ha lavorato come un matto, che ha preparato il progetto. Solo noi ci siamo presentati, solo noi siamo così matti da fare un progetto da un mega sopra lo stadio.
GASPARI Esprimo gratitudine ad un gruppo di persone capitanate da Sergio Spina e i suoi collaboratori, perché oggi gettiamo le basi per una operazione necessaria ma anche straordinaria. E’ necessario mettere a norma lo stadio per il decreto Pisanu, e quindi significa che questa società ha delle ambizioni concrete. Straordinaria per l’opportunità di avere un rapporto di trasparenza e correttezza tra la pubblica amministrazione, la società che il campo lo gestisce e la difficolt. E’ una operazione di copertura straordinaria, abbiamo scelto secondi in Italia la copertura dello stadio con pannelli solari, energia pulita (invece che una centrale nucleare!), noi realizziamo un mega di potenza. Mettiamo a norma lo stadio, e così abbiamo trovato delle risorse che non vengono dalla società o sponsor. Noi abbiamo cercato di bruciare le tappe nel rispetto della legge, adesso con l’aggiudicazione parte l’iter per la messa a norma dello stadio, in modo da poterci giocare al più presto.

CINCIRIPINI L’idea è nata da ciò che hanno realizzato a Verona, mettendo una copertura leggera sullo stadio Bentegodi. Da lì è partita la nostra idea, ma con una grande difficoltà: il Bentegodi era a norma, qui no. Ci sono quindi 1,3 milioni di euro da spendere per rispetto del decreto Pisanu. Con grande aiuto del consulente Marco Arnaboldi, al quale ho stressato la vita negli ultimi tre mesi, che è riuscito a portare diversi operatori che però sono tutti scappati di fronte all’opera necessaria. Da ultimo una ditta di Torino, e quindi Busi Impianti che attraverso un fondo Albe Energy Saving ha accettato l’opera. E’ una grande ditta di Bologna. Con questo fondo abbiamo effettuato una operazione commerciale per reperire altri terreni per rendere sostenibile l’intervento finanziario. Questo è stato il grande sforzo di Sergio e di altri operatori. Loro l’hanno letta anche come operazioni di marketing, ma senza quest’altro intervento non sarebbe stata sostenibile. Senza ciò il Comune non avrebbe potuto sostenerla. Il problema è che se questa operazione non si faceva ora non sarebbe stata più possibile a causa del taglio degli incentivi sul fotovoltaico. Lo stadio sarà di 15 mila posti tutti a sedere, un progetto già pensato dal Comune. Potremo fare delle amichevoli di lusso o anche concerti. I tempi? Lavorando anche ad orari impossibili speriamo nella metà di settembre. Attenzione: abbiamo messo in campo ditte che hanno a cuore la Samb. Stiamo parlando di un intervento di circa 5,3 milioni di euro compreso il fotovoltaico.

SPINA Il contributo per la Samb si riduce a 8 mila euro all’anno, per fare una cosa del genere i costi sono stati tali che siamo dovuti scendere. Noi siamo partiti dallo stadio per amichevoli con Fiorentina, Roma, Lazio, Inter. Tre amichevoli ci consentirebbero di fare un budget per tutto l’anno.

CINCIRIPINI Ricordiamo che a 2,3 milioni siamo arrivati grazie ad interventi in economia di esecutori e progettisti. Copriremo anche gli angoli dove non ci sono le tribune. Parliamo di 9500 metri quadrati di copertura. Sulle recinzioni ho spuntato il 60% di sconto, i tornelli il 40%, parlo di ditte che stanno lavorando ai mondiali del Sudafrica. La tribuna della centrale verrà aggiustata, non abbattuta. A Verona hanno solo poggiato i pannelli su una struttura esistente, qui invece abbiamo dovuto verificare tutto a partire dalle fondamenta. I terreni privati dove mettere i pannelli sono già stati trovati, è il lavoro grosso degli ultimi 30 giorni, non si tratta di San Benedetto ma terreni intorno. I lavori partiranno presto, questa mattina siamo stati in Comune.
BARTOLOMEI Ringrazio Cinciripini per il grande impegno. Anche se l’introito si riduce a 8 mila euro, dobbiamo capire che la società e il Comune hanno fatto un grande sforzo. Il Comune forse ci può aiutare nel progetto di un centro sportivo per gli allenamenti, perché una società che vuole restare in queste categorie ha bisogno di campi di allenamenti. Teniamo presente che dobbiamo ristrutturare l’irrigazione dello stadio Riviera, i bagni, gli uffici. Qualcosa compete alla Samb, ma tanto anche al Comune. Rodi o altri spazi, vediamo.

GASPARI Siamo stati da questa mattina a lavorare su questa questione, non abbiamo situazioni schizofreniche, fateci chiudere questa partita con la volontà della Samb di puntare sul settore giovanile, il problema però è farlo, loro hanno iniziato a lavorarci. Prima l’ingegner Cinciripini ha fatto capire che in tanti si sono affacciati ma non tutti si sono messi alla prova per rifare lo stadio. Il lavoro grande fatto è stato quello di trovare un investitore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.168 volte, 1 oggi)