CUPRA MARITTIMA – Bagnanti più tranquilli grazie al Protocollo d’Intesa sulla sicurezza in mare. Il documento è stato firmato giovedì 20 maggio presso la sala consiliare del Comune di Cupra. L’accordo, composto da sette articoli, sancisce la collaborazione di risorse umane, economiche ed attrezzature specializzate dirette alla tutela dei bagnanti.

Coinvolti nel progetto Comune di Cupra Marittima, la Croce Rossa Italiana Comitato Provinciale di Ascoli Piceno, la Cooperativa Assistenti Bagnanti “Riviera Service”, il gruppo Comunale di volontariato di Protezione Civile di Cupra, l’associazione di volontariato “Insieme con voi” di Ascoli Piceno. Nello specifico sono state messe a disposizione due moto d’acqua ed alcuni uomini.

Presente all’incontro anche l’assessore Regionale alla difesa della costa Sandro Donati che ha sottolineato: «Queste due moto d’acqua, acquistate grazie anche ad un generoso contributo della Regione Marche, renderanno il litorale più sicuro. Credo in questo progetto e credo che due mezzi del genere siano indispensabili in un paese dove il turismo balneare è una delle maggiori risorse. Per poter rendere sempre più attivo il protocollo non si può contare però solo sul volontariato o sull’aiuto dei Comuni, è necessario anche l’intervento dei privati. Invito inoltre gli amministratori ad aprire una scuola apposita per la formazione di personale specializzato nel soccorso in mare che insegni l’uso di questi mezzi».

Ha aggiunto il sindaco Domenico D’Annibali: «La sicurezza in mare è tra i nostri primi obiettivi e con questo protocollo vogliamo ufficializzare il nostro impegno. Per la prima volta Cupra porta a compimento un progetto di tale entità e ci auspichiamo sia solo l’inizio di sempre più intense collaborazioni e che possa essere di esempio anche alle altre realtà territoriali».

«La nostra collaborazione con il Comune di Cupra – ha sottolineato Antonio Filippini, delegato tecnico della Protezione Civile della Croce Rossa e conduttore sepcializzato di moto d’acqua – giunge al quinto anno. Con il protocollo viene messo a disposizione un operatore che può guidare anche in piedi una moto d’acqua, e altri due operatori che invece guidano la seconda moto d’acqua. Ecco il rapporto tra Croce Rossa, “Riviera Service” e l’associazione “Insieme con voi”: una sinergia di mezzi e personale. Naturalmente tutto questo sistema di integrazione balneare va a supporto dell’attività della Guardia Costiera. Fondamentale è stato il contributo di Gianmarco Veccia dell’azienda agricola Fontursia di Ripatransone che ha acquistato un carrellino d’alaggio. Spero inoltre che la proposta di Donati venga accolta perchè solo con una buona scuola di formazione apposita sarà possibile essere efficienti al massimo».

Entusiasmo anche da parte di Luca Buttafoco, direttore della cooperativa Riviera Service: «Da tempo pensiamo ad una soluzione per rendere la spiaggia più sicura ed ora, grazie al protocollo d’Intesa con il Comune di Cupra, possiamo offrire un servizio qualificato». Il sub commissario provinciale della Croce Rossa Italiana, Mauro Luzi ha aggiunto: «Siamo soddisfatti di aver aderito a questo programma di tutela ed esprimo il mio consenso alla scuola di formazione per il salvataggio perchè andrà a beneficio di tutto il territorio». «Cupra ha un litorale che amo molto – ha affermato Claudio Tempera dell’associazione di volontariato “Insieme con voi” – e un accordo come questo era necessario per offrire una tutela completa ai bagnanti».

L’assessore al turismo del Comune di Cupra Marco Malaigia ha concluso l’incontro leggendo gli articoli del protocollo che sarà quindi attivo dal 1 luglio al 31 agosto, a partire dal 2010 in avanti. Hanno partecipato alla mattinata anche Adriano De Carolis, coordinatore tecnico del gruppo di volontariato di Protezione Civile del Comune di Cupra e Gianluigi Marinangeli della Società Nazionale di Salvamento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 946 volte, 1 oggi)