ASCOLI PICENO – Grazie al contributo fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli e al sostegno del comune e della provincia, è stato presentato il programma del Congresso Nazionale dei Soci di Italia Nostra.

Il congresso, che si svolgerà ad Ascoli presso la Sala della Ragione a Palazzo dei Capitani dal 21 al 23 maggio, si aprirà con la premiazione dei concorsi scolastici nell’ambito della campagna nazionale “Paesaggi sensibili 2009”. Il concorso, che ha suscitato molto interesse nelle scuole che hanno contribuito con presentazioni multimediali, video e foto, vede la premiazione di nove scuole provenienti da quasi tutte le città d’Italia, da Siracusa, Ostuni, Avellino, Ancona, Scalea, Larino, Augusta, Città Sant’Angelo e Guidizzolo. Molti gli studenti coinvolti nei tre concorsi: “Paesaggi da raccontare”, “Un anno per l’articolo nove della Costituzione” e “Da rifiuto a risorsa”.

Subito dopo la premiazione ci sarà il convegno “Chi ha paura dei piani paesaggistici” incentrato sulla non applicazione del Codice dei beni culturali per richiamare la centralità del paesaggio per lo sviluppo futuro del paese e alla partecipazione delle associazioni, come Italia Nostra, per ridare ai cittadini la consapevolezza del loro ruolo decisivo nella salvaguardia del bene comune.

Altro appuntamento è previsto per sabato 22 maggio quando verrà affrontato il tema dal titolo “Quale paesaggio per le generazioni future?” seguito da particolari casi di studio, come ad esempio in Campania nel parco del Vesuvio dove è stata scoperta una discarica a cielo aperto,  fino ad arrivare ad un concerto di un musicista russo che chiuderà la serata  al teatro Ventidio Basso.

Infine per l’ultima giornata è prevista una visita di Ascoli Romana e Medievale, un escursione sul colle San Marco e una visita alle Cave di Travertino che ospita le opere dello scultore Giuliani.

«L’iniziativa – sottolinea Vincenzo Marini Marini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli – rientra nel progetto della Fondazione  per creare le migliori credenziali possibili per la città quale sede del turismo congressuale  e stimolare inoltre la formazione di soggetti privati che siano in grado di attingere a questo modello guardando al turismo congressuale come ad uno strumento che può arricchire non solo l’economia ma anche i valori culturali della nostra comunità».

Ringraziamenti sono giunti alla Fondazione anche da parte dell’assessore Davide Aliberti e da Alessandra Mottola Molfino, presidente nazionale Italia Nostra,  per il sostegno fornito per la realizzazione del progetto che intende valorizzare al meglio il nostro territorio in continua crescita e che necessita una continua attenzione da parte di tutti.

«Questo è il primo congresso di Italia Nostra che ho onore di organizzare – aggiunge Alessandra Mottola Molfino – da quando ho assunto la carica di presidente. Amo questa città, luogo in cui vorrei tornare spesso. Inoltre quello che voglio segnalare è che in Parlamento si sta discutendo sugli abusi edilizi e se decidessero di non demolirli la situazione diventerebbe grave per tutti soprattutto nei paesaggi vicino alla costa ricchi anche essi di enormi abusi. Infatti di fonte a questo chiedo che vengano rafforzati i presidi della tutela dei comuni e delle regioni».

E’ intervenuto poi Gaetano Rinaldi, presidente Sezione Italia Nostra Ascoli, ribadendo l’impegno dell’associazione per la costruzione del distretto culturale  per la valorizzazione delle risorse culturali e per creare un coinvolgimento per far capire che l’Italia deve tornare ad essere il giardino dell’Europa.

«Vorremmo – conclude infine Gaetano Rinaldi – che si realizzasse l’addizione verde cioè vincolare un terreno con obblighi di gestione, quest’opera deve coinvolgere anche le colline di Ascoli infatti la bellezza del nostro centro storico è rappresentata anche dalla visione delle colline per evitare quello che è accaduto nella Vallata del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 392 volte, 1 oggi)