SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono cinque i gruppi di studenti stranieri giunti a San Benedetto nell’ambito dell’iniziativa europea “Comenius”, rivolta ai giovani studenti di tutto il continente. Due gruppi tedeschi, uno portoghese, uno ungherese ed uno romeno visiteranno la città ed alcune località limitrofe cimentandosi in diverse attività sportive onorando così l’altra iniziativa parallela “Healthy School” (La scuola della salute). Sono arrivati a San Benedetto domenica 16 e ripartiranno tra il 21 e il 22 maggio, dopo aver visitato l’Istituto Alberghiero, le città di San Benedetto, Grottammare (con partita di calcio), l’Oasi di Pagliare di Spinetoli, alcune zone del Parco dei Sibillini, Ascoli e Roma. In programma anche varie iniziative sportive come giochi sulla spiaggia, passeggiate, trekking.
I sessanta studenti vengono da Budapest (Ungheria), Lisbona (quartiere Pontinha, Portogallo), Mannheim e Kassel (Germania) e Pucioasa (Romania). Sono stati accolti dai coetanei dell’Istituto Alberghiero “F. Buscemi” che lo scorso anno si sono recati in Ungheria, Romania e Portogallo sempre nell’ambito di questo scambio.

Il progetto di educazione alla salute è importante per far capire fin dalla più giovane età quanto sia necessario adottare uno stile di vita sano per mantenersi sani.

Invitati nella nuova sala consiliare gli studenti ospiti hanno ricevuto i saluti dell’assessore allo sport ed alle politiche giovanili Eldo Fanini che si è detto felice di poter dare ospitalità ai ragazzi nella città ed ha specificato quanto sia importante nella crescita dei giovani vivere esperienze come questa.

Un docente accompagnatore del gruppo si è fatto portavoce dello stupore di tutti i ragazzi nel vedere una città come San Benedetto perché anche se si trovano qui per motivi di “studio” non possono che vivere questo periodo come una villeggiatura. Hanno avuto anche un contatto diretto con la routine quotidiana dei loro coetanei italiani e si sono detti stupiti di come possa essere differente.

«In un momento di crisi economica grave, per l’Europa, è fondamentale infondere nei ragazzi un senso di appartenenza all’Unione Europea anche grazie a questo tipo di iniziative», ha concluso poi il docente.

Al termine dell’incontro sono stati distribuiti dei gadget ai ragazzi con tutte le informazioni sullo sport nella Riviera. Fino al 21 maggio i giovani avranno la possibilità di scoprire tutte le particolarità di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 473 volte, 1 oggi)