SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Nessun danno rilevante, la situazione è tranquilla»: parola dell’assessore delle Politiche del Mare, Settimio Capriotti, che ai taccuini di Riviera Oggi tiene a precisare la reale situazione della spiaggia sambenedettese all’indomani della mareggiata di sabato scorso.Una “burrasca” «neanche troppo forte, che ha tolto quei cumuli di sabbia posizionati sulla battigia proprio in veste protettiva della costa, livellandoli ed impedendo un nuovo inghiottimento». Nessun problema invece per le restanti collinette mancanti, già lavorate e spalmate lunedì mattina per permettere, clima tempo permettendo, già nel prossimo fine settimana ai concessionari di posizionare i propri ombrelloni.

«Qualche preoccupazione, comunque non considerevole – continua Capriotti – c’è stata nei pressi della “Serenella” dove le scogliere proteggono notoriamente di meno. In ogni caso la spiaggia è stata recuperata ampiamente, in lunghezza ed altezza. Prossimamente torneremo a prendere le misure delle linee di costa e sapremo quanti metri avremo effettivamente guadagnato».

L’assessore si toglie infine qualche sassolino dalle scarpe: «Sono rimasto perplesso da alcuni articoli pubblicati in questi giorni. Senza il nostro intervento le conseguenze sarebbero state gravissime. Basti guardare quello che è accaduto da Alba Adriatica a Pescara o nel nord delle Marche, con il mare che ha divorato grossi pezzi di litorale».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 757 volte, 1 oggi)