CENTOBUCHI-CIVITANOVESE 2-2 (1°T 1-0)
CENTOBUCHI: Franchi, Frinconi (90), Mozzoni (89)(89′ Balestra 90), Adorante, D’Addazio, Angelini (92), Valente (90), Polenta (88) (48′ Cesani 88), Pirelli (90), Bifini (60′ Moretti 92), Marzocchella. A disposizione: Cinquegrana (90), Stangoni (91), Pesce (91), Ianni. Allenatore: Marcello Pavoni (in sostituzione dello squalificato Attilio Piccioni).
CIVITANOVESE: Simonella, Albanesi, Gentile (67′ Pandolfi-poi-81′ Lattanzi), Natalini, Cucco, Foresi, Luca Diamanti, Leopardi (57′ Belkaid),Fuakuputu, Buonaventura, Argiolas. A disposizione: Spinelli, Petruzzelli, Andrea Diamanti, Mercanti. Allenatore: Giorgio Carrer.
Arbitro: Diego Roca di Foggia coadiuvato dagli assistenti: Luigi Bettelli di Faenza e Andrea Botrugno di Parma.
Reti:5′ Pirelli (CE), 50′ Argiolas (CI), 53′ Bifini (CE), 94′ Fuakuputu (CI).
Ammoniti: Frinconi (CE), Natalini (CI), Albanesi (CI), Valente (CE).
Angoli: 3-3.
Recuperi: 1+ 7′ (5’+2′ aggiuntivi)
Spettatori: 350 circa di cui 150 circa i tifosi provenienti da Civitanova (Macerata) che hanno gremito il settore ospite. Nella tribuna del Nicolai folta presenza Samb con il diesse Spadoni (che sta già visionando i giocatori per il prossimo anno), accompagnato dal difensore Pulcini, dal vice presidente Bartolomei, da mister Chimenti (vice di Palladini) e da Pierluigi Tassotti.

MONTEPRANDONE – Davvero strano il calcio: in una gara quasi inutile ai fini del risultato il Centobuchi reduce da una settimana da incubo (in cui dopo essere stato condannato matematicamente ai play out, sono arrivate le dimissioni di Scarafoni ed è stato messo fuori rosa Di Venanzio) ha dimostrato di essere ancora vivo chiudendo il campionato con un buon pareggio interno con la Civitanovese (che si giocava i play off) in una gara che i biancocelesti vincevano fino al 94′.

Come già detto il risultato di oggi non contava se non per gli ospiti visto che la squadra di Piccioni (tornato a guidare i biancocelesti dopo l’esonero del 16 marzo scorso, ma oggi in tribuna in quanto doveva scontare un turno di squalifica e sostituito dal tecnico della juniores Pavoni) poteva solo migliorare la sua posizione in chiave play out ma come prevedibile i risultati scontati degli altri campi  hanno fatto chiudere il Centobuchi al terz’ultimo posto. La notizia è che l’avversario nei play out per i biancocelesti, sarà la perdente dello spareggio in programma domenica prossima, tra Renato Curi Angolana e Bojano (che senza i due punti di penalizzazione sarebbe salvo) giunte a pari punti col Miglianico che in virtù della migliore classifica avulsa si è salvato. Il risultato odierno che è valso alla Civitanovese l’approdo nei play off è stato scritto dal vantaggio iniziale dei locali con Pirelli, dal momentaneo pareggio ospite ad inizio ripresa con Argiolas, dal nuovo vantaggio biancoceleste firmato da un discreto Bifini ottimamente imbeccato da Cesani e dal definitivo pari firmato in pieno recupero da Fuakuputu che ha scongiurato lo spareggio Civitanovese-Atletico Trivento.

La cronaca: partiva all’attacco la squadra ospite sospinta dal suo numeroso pubblico al seguito, e già al 1′ conclusione da fuori di Buonaventura bloccata in due tempi da Franchi.

Al 5′ a sorpresa giungeva il vantaggio del Centobuchi. Su cross dalla destra di Bifini, precisa e tempestiva incornata di Pirelli che di testa infilava l’angolino destro. Per l’attaccante giuliese si tratta del nono centro stagionale col quale si è confermato capocannoniere biancoceleste.

All’8′ Frinconi, sbagliava la chiusura e lasciava il campo libero a Buonaventura che giungeva a tu per tu con Franchi, il quale si opponeva all’insidiosa conclusione del fantasista rossoblu.

Al 28′ conclusione a girare di Luca Diamanti che sfiorava il palo destro.

Al 32′ spettacolare conclusione a giro volante di Marzocchella che sfiorava la base destra della traversa.

Al 38′ conclusione di prima intenzione a girare dal limite dell’area di Polenta con sfera che sfilava di poco sul fondo, sfiorando il palo sinistro.

Al 40′ Buonaventura andava via sulla sinistra e metteva in mezzo senza trovare nessun compagno, e la difesa locale allontanava la sfera che giugeva a Luca Diamanti il cui tiro deviato si stampava sul palo sinistro della porta difesa da Franchi.

Ad inizio ripresa ed esattamente al 50′ arrivava il pareggio della Civitanovese. Su sponda di testa del solito Buonaventura si inseriva dentro l’area Argiolas che in rasoterra superava Franchi in uscita infilando l’angoletto destro. Per Argiolas si tratta del sesto centro stagionale.

Al 53′ i padroni di casa tornavano in vantaggio. Grande azione del nuovo entrato Cesani che servito sulla destra andava via sul fondo e metteva in mezzo all’area dove Bifini intercettava la sfera e di piatto infilava di forza e giustezza la porta ospite. Per l’ex Samb si tratta del quinto centro stagionale.

Poi non succedeva più nulla degno di nota fino al 94′ quando Fuakuputu (che fino ad allora non si era visto molto) in dubbia posizione di fuorigioco sfruttava un errore difensivo e sottomisura ristabiliva con un preciso diagonale la parità, regalando i play off alla Civitanovese. Per l’attaccante si tratta del tredicesimo centro stagionale.

I monteprandonesi che hanno chiuso terz’ultimi, come già detto ora dovranno aspettare l’esito dello spareggio che si disputerà domenica prossima tra il Bojano e l’Angolana di Amaolo ( che sei giornate fa era a -9 dalla salvezza diretta e dal Centobuchi) per conoscere l’avversario nei play out , che i biancocelesti affronteranno con lo svantaggio della posizione di classifica (la peggiore in griglia play out). Dunque potrebbe essere positivo questo fattore per il Centobuchi che avrà quindici giorni per preparare il match d’andata del Nicolai dove potrebbe incontrare una squadra (chiunque sia tra molisani o abruzzesi) stanca mentalmente e fisicamente dal mancato riposo e dalla fatica aggiuntiva dello spareggio.
Le notizie confortanti per i biancocelesti sono anche l’aver recuperato elementi che potrebbero risultare utili nei play out come D’Addazio (reduce dall’infortunio), Bifini (che era sotto tono) e Pirelli (che ha ritrovato la via del gol), il poter contare su un Cesani in buona forma, l’aver fornito nel complesso una buona prestazione corale pur avendo giocato senza altre pedine importanti come Calvaresi e Ianni lasciati a riposo e Filiaggi che era squalificato e reduce dalla convocazione in nazionale under 18 di Serie D. Inoltre sembra che si sia ritrovata in parte una buona compattezza di gruppo. Insomma si può ancora sperare nella salvezza.
La Civitanovese invece ha conservato il quinto posto che è valso i play off nei quali affronterà in gara unica (sul campo di Sant’Egidio) domenica prossima la Santegidiese, seconda classificata.

Queste le parole in sala stampa dei due intervenuti ai microfoni e ai taccuini: il tecnico della Juniores Marcello Pavoni in sostituzione dello squalificato Piccioni per il Centobuchi e Giorgio Carrer per la Civitanovese:

PAVONI: «Buona prestazione, non contava oggi il risultato ma l’impegno in una settimana che era stata difficile. Buona partita dunque dopo la debacle di Miglianico. Non meritavamo i play out a mio avviso visto che in alcune gare della stagione non siamo stati fortunati (forse tra i riferimenti c’è anche la gara d’andata persa nel finale a Civitanova). I ragazzi stanno bene. Il gruppo si sta ricompattando. In questa gara i ragazzi hanno dato tutto. Nei play out come in tutti gli spareggi , ha la meglio-prosegue il tecnico della juniores-chi è più pronto, chi ha un migliore approccio. Quindici giorni abbiamo-conclude Pavoni-per preparare questa importante partita. Non so se è uno svantaggio per la nostra sfidante (Bojano o Angolana) il fatto che non avrà una pausa ma che giocherà con continuità e senza stop rispetto a noi».

CARRER:« Grande traguardo raggiunto per noi quello dei play off. Ora ce la giocheremo a Sant’Egidio poi si vedrà. Merito ai ragazzi, io sono qui da poco ma ci tengo a dire che la formazione la faccio io e dunque io mi prendo le responsabilità di chi va in campo».

NUMERI DEL CENTOBUCHI: Il Centobuchi ha chiuso il suo campionato con 37 punti (di cui 21 i casa) frutto di 10 vittorie (6 in casa), 7 pareggi e 17 sconfitte, 33 gol fatti (terzo peggior attacco assieme a Recanatese e Bojano) e 51 subiti (quarta peggior difesa del torneo).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 609 volte, 1 oggi)