MONTEPRANDONE – La stagione regolare è terminata anche in Serie D, e nel girone F il Centobuchi che era già da una settimana condannato ai play out, ha concluso il torneo pareggiando in casa con la Civitanovese (che approda nei play off), collocandosi al terz’ultimo posto, ma dimostrando di essere vivo. La squadra di Piccioni (tornato martedì scorso sulla panchina biancoceleste al posto del dimissionario Scarafoni) non conosce ancora esattamente il suo avversario nei play out. Infatti l’avversario dei monteprandonesi uscirà dallo spareggio che domenica prossima metterà difronte in campo neutro Bojano (che sarebbe salvo senza i 2 punti di penalizzazione) e Renato Curi Angolana (comunque vada a finire autrice di una rimonta straordinaria, operata sotto la gestione Amaolo) giunte a pari punti a quota 41 così come il Miglianico (al suo primo campionato di Serie D) che però si salva direttamente in virtù della migliore classifica avulsa nella corsa a tre. Questo spareggio se vogliamo dà un leggero vantaggio ai monteprandonesi che avranno 15 giorni per preparare la sfida play out dove affronteranno una squadra, qualunque essa sia tra Bojano e Angolana, che arriverà forse più stanca (mentalmente e fisicamente) rispetto ai biancocelesti.

Il programma play out si completa con Luco Canistro-Morro d’Oro. In vetta come era prevedibile fa festa il Chieti che torna nei professionisti (seconda divisione Lega Pro) dove mancava da 4 anni. Dietro,L’Aquila ha perso anche la seconda e addirittura terza posizione chiudendo al quarto posto scavalcata da Santegidiese (ha chiuso a pari punti con l’Atessa, ma è seconda grazie al vantaggio negli scontri diretti nei confronti dei sangrini) e Atessa Val di Sangro (terza), le quali per come si è concluso il campionato si debbono mordere i gomiti visto che la loro riscossa è cominciata troppo tardi e hanno concluso a -4 dalla capolista e con qualche passo falso in meno avrebbero potuto giocarsi fino all’ultimo la promozione. Nelle semifinali play off l’Atessa ospiterà l’Aquila, le due squadre dunque si rincontreranno tra una settimana a campi invertiti dopo che oggi gli atessani hanno espugnato il Tommaso Fattori con un secco 0-2. Mentre nell’altra semifinale la Santegidiese riceverà la visita della Civitanovese il cui pareggio del Nicolai di Centobuchi raggiunto al 94′ e firmato da Fuakuputu è valso il quinto posto e i conseguenti play off scongiurando lo spareggio con l’Atletico Trivento che appariva probabile, prima dell’insperato pari rossoblu.
STATISTICHE GIRONE F: La squadra che ha vinto più partite è il Chieti: 20. La squadra che ha fatto più pareggi è la Recanatese con 16 pari (di cui 9 in trasferta). La squadra leopardiana è anche tra quelle che ha perso meno assieme a Civitanovese e Atletico Trivento con soli 6 ko.
La squadra che ha vinto meno è il Real Montecchio: un solo successo in casa, 0 in trasferta l’unica squadra del girone ad non aver vinto nemmeno una partita esterna. La squadra che ha perso di più è l’Elpidiense Cascinare con 23 ko rimediati.
Le squadre che hanno vinto di più tra le mura amiche sono Chieti e Civitanovese con 10 successi interni a testa.
Il miglior attacco è quello della Santegidiese con 62 reti all’attivo. Il peggior attacco spetta all’ Elpidiense con soli 18 gol messi a segno. La miglior difesa non solo del torneo ma anche d’Italia considerando tutti i campionati dalla A alla D è quella Recanatese con sole 19 reti incassate. La peggiore retroguardia è quella dell’Elpidiense con 66 gol al passivo. La squadra fermana ha anche la peggior differenza reti: -48. La miglior differenza reti spetta a L’Aquila e Santegidiese con un +24. La squadra che ha vinto di più in trasferta è L’Aquila con 11 successi esterni. Il capocannoniere del torneo è Simone Miani dell’Atessa Val di Sangro con 28 reti all’attivo, di cui 6 su rigore. La positiva più lunga è stata quella della Civitanovese che giunse a 20 risultati utili consecutivi.

Risultati 34° ed ultima Giornata (17° di ritorno) Campionato di Serie D Girone F, domenica 16 maggio ore 15:
Atletico Trivento-Miglianico 1-1; Casoli-Morro d’Oro 3-5; Centobuchi-Civitanovese 2-2; L’Aquila-Atessa Val di Sangro 0-2; Luco Canistro-Elpidiense Cascinare 2-0; Real Montecchio-Chieti 1-2; Recanatese-Olympia Agnonese 3-1; Renato Curi Angolana-Nuovo Campobasso 1-0; Santegidiese-Bojano 2-0.
LA CLASSIFICA FINALE: Chieti 67, Santegidiese e Atessa Val di Sangro 63, L’Aquila 61, Civitanovese 58, Atletico Trivento * 57, Recanatese * 51, Olympia Agnonese 50 , Casoli 44, Nuovo Campobasso 43, Miglianico, Bojano ** e Renato Curi Angolana 41 , Luco Canistro 40, Morro d’Oro 39 , Centobuchi 37, Elpidiense Cascinare ! 15, Real Montecchio ! 14.
**= 2 punti di penalizzazione
*= 1 punto di penalizzazione.
!= Matematicamente retrocessa
Domenica 23 maggio: spareggio in campo neutro Bojano-Renato-Curi Angolana. La vincente si salva, la perdente sfiderà il Centobuchi nei play out.
Chieti promosso in seconda divisione.
Elpidiense e Real Montecchio retrocesse direttamente in Eccellenza Marche.

Semifinali Play Off in gara unica 23 maggio- al Nuovo Comunale di Sant’Egidio: Santegidiese- Civitanovese; Al Comunale Montemarcone di Atessa: Atessa Val di Sangro-L’Aquila.

Play Out con sfide di andata e ritorno 30 maggio e 6 giugno: Centobuchi-perdente spareggio Bojano-Renato Curi Angolana; Morro d’Oro-Luco Canistro.

Regolamenti: Le semifinali play off si giocheranno in gara unica, in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio al termine dei 90′, si effettueranno i tempi supplementari, e se sussiste la parità avanza la squadra meglio classificata nella stagione regolare, ossia quella che appunto gioca in casa (così anche per la finale). Le squadre meglio classificate (che giocano le gare d’andata in trasferta nei play out ) hanno la meglio negli spareggi ( play Out) se anche conseguono due pareggi o una vittoria ed una sconfitta con la stessa differenza reti. Le vincenti delle sfide play off si sfideranno poi in un’unica finale che si giocherà come già detto in casa della meglio classificata. La vincente della finale (che si svolgerà domenica 30 maggio ) approderà alle fasi finali nazionali dei play Off.

Le altre 8 squadre vincitrici dei loro rispettivi Gironi di Serie D che faranno compagnia al Chieti vincitore del Girone F,  in seconda divisione (ex C2)  Lega Pro sono:
il Savona (nel Girone A dove c’è anche il Casale), il Tritium (nel Girone B dove ci sono Alzano e Pizzighettone), il Montichiari (nel Girone C dove c’è il Venezia), il Pisa (nel Girone D , dove c’è il Bikkemberg Fossombrone), il Gavorrano (nel Girone E), il Fondi (nel Girone G dove c’è la Viterbese), la Sangiuseppese Neapolis (nel Girone H, dove ci sono Casarano, Casertana e Matera) e il Milazzo ( nel Girone I dove ci sono Avellino e Messina).
La coppa Italia di Serie D è andata al Matera il quale è dunque ammesso da regolamento alle semifinali dei play off nazionali che daranno un’altra promozione in seconda divisione.

Ecco il quadro Nazionale aggiornato di tutte le squadre che hanno vinto i propri campionati regionali d’eccellenza e sono dunque approdati in Serie D:
Abruzzo :Teramo
Basilicata: Fortis Murgia
Calabria: Omega Bagaladi San Lorenzo
Campania: Atletico Nola (Girone A) e Battipagliese (Girone B dove si è ritirato il Savoia)
Emilia Romagna: Bagnolese (ha battuto nello spareggio Virtus Pavullese) -(Girone A) e Forlì (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Torviscosa
Lazio:  Fidene (che ha vinto lo spareggio con l’Anzio Lavinio)- (Girone A) e Zagarolo (Girone B)
Liguria: Sanremese.
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): Saronno (Girone A), Seregno (Girone B) e Rudianese (Girone C)
Marche: Sambenedettese
Molise: Venafro
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’eccellenza): Saint Christophe (Girone A) e Asti (Girone B)
Puglia: Nardò.
Sardegna: Porto Torres
Sicilia: Marsala (Girone A nel quale il Licata si è ritirato per problemi economici) e Acireale (Girone B)
Toscana: Tuttocuoio (Girone A) che ha vinto pure la coppa Italia Dilettanti (a cui partecipano le squadre d’Eccellenza e Promozione) e Pianese (Girone B)
Trentino Alto Adige: Trento
Umbria:Todi
Veneto: Legnago Salus (Girone A) e Opitergina (Girone B)

A queste squadre nei rispettivi  Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno le sette vincitrici dei play off nazionali d’Eccellenza e la Capriatese (Molise) finalista della coppa Italia Dilettanti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.171 volte, 1 oggi)