Cinquanta! Rosario Tindaro Fiorello, conosciuto semplicemente come Fiorello, compie mezzo secolo. Un traguardo che il mattatore della televisione italiana festeggerà… lontano dalla televisione. L’artista siciliano, nato a Catania il 16 maggio 1960, non compare sul piccolo schermo dal giugno 2009, quando si congedò col suo “Fiorello show” dal pubblico di Sky.

Reso popolare in televisione nel 1992 dalla trasmissione di Italia1, “Karaoke”, Fiorello non è stato mai realmente valorizzato da Mediaset, che gli ha consegnato il più delle volte programmi non nelle sue corde come “Buona Domenica” (in coabitazione), “Non dimenticate lo spazzolino da denti”, “La Febbre del venerdì sera” ed il preserale “Superbool”. Quest’ultimo quiz in particolare, fallimentare in termini d’ascolto e chiuso anzitempo, ha segnato nel 1999 la fine della sua avventura sulle reti del Biscione.

Nel 2000 infatti, Fiorello è approdato sulla tv di stato, capace al contrario di regalargli la definitiva gloria. Con le tre serie di “Stasera pago io” (2000 appunto, 2002 e 2004) ed una straordinaria produzione radiofonica con “Viva Radio 2” (conclusasi purtroppo nel maggio 2008), lo showman s’è reinventato trovando finalmente la “diritta via”. L’improvvisazione, sua dote migliore, e il massiccio e necessario lavoro autoriale dei suoi preziosi collaboratori, hanno permesso ad un artista dalle potenzialità devastanti di esplodere.

Tanti auguri mattatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 565 volte, 1 oggi)