Dal n.821 di RivieraOggi, in edicola.
ACQUAVIVA PICENA – La “bomba” Nello Gaetani l’aveva lanciata lo scorso 23 aprile, durante la terza serata d’arte culinaria a “I Calanchi”: «Il banchetto nuziale del 2010 potrebbe essere cancellato». Un’affermazione dura e cruda, legata all’indifferenza dell’amministrazione comunale, incapace in questi mesi di rispondere al patron di Sponsalia. Gaetani chiedeva, e chiede tutt’oggi, di sapere se la Fortezza sarà disponibile per la manifestazione se il sindaco concederà il patrocinio e soprattutto a quanto ammonterà (sempre a patto che sia previsto) il contributo del Comune per la rievocazione storica.

Peccato però che con questa giunta non bastino nemmeno le “minacce”. Primo cittadino, vice e assessori competenti infatti tacciono, tentennano, rinviano il confronto, negando così ogni tipo di risposta sia allo stesso Gaetani che ai giornali. Un atteggiamento non troppo signorile, già adottato in passato e che purtroppo si ripresenta puntualmente dopo qualche fulminea eccezione.

Non voler rispondere alle domande è un diritto che, seppur non condiviso, deve essere rispettato. Ma ci augureremmo da oggi in poi che l’atteggiamento venisse perseguito coerentemente. Perché la stampa non può risultare indispensabile solamente quando c’è da promuovere la riasfaltatura di una strada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)