ASCOLI PICENO – Domani 13 maggio alle ore 9  si terrà, presso l’ex Chiesa di Sant’Andrea, ad Ascoli Piceno, lo spettacolo teatrale “Interni” relativo al progetto/concorso “Scrivere il teatro a scuola”: una nuova iniziativa, interamente finanziata dalla  Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e promosso dall’ Ufficio Scolastico Provinciale di Ascoli Piceno.

Il concorso, rivolto alle Scuole Secondarie di 1° grado della provincia di Ascoli Piceno, con l’obiettivo di stimolare la scrittura creativa, nasce da un’analisi dei bisogni emergenti oggi, sia dalla società nella sua evoluzione storica, sia dalla stessa pratica educativo-didattica del sistema scuola.

Un teatro pensato e scritto dagli studenti che,  in classe, hanno composto una breve storia attraverso una  partitura, avendo come tematica “La Responsabilità, le Emozioni, i miei Diritti”: la forma più adatta per presentare l’esperienza ad un pubblico – afferma Simona Flammini ,referente del progetto dell’Ufficio Scolastico provinciale di Ascoli Piceno.

Una giuria, composta da esperti nel campo della comunicazione, della formazione e del teatro, ha selezionato le migliori 5 opere, che sono divenute oggetto di uno spettacolo teatrale a cura degli attori e registi di For.Ma.T.I.

Le scuole vincitrici sono: Scuola Secondaria  I grado  “Massimo D’Azeglio”  Ascoli Piceno;  Scuola Secondaria I grado    “Cappella – Curzi”   San Benedetto del Tronto; Scuola Secondaria  I grado Paritaria   “Maria Immacolata”    Ascoli Piceno; Istituto Scolastico Comprensivo  “Spinetoli – Pagliare”  Spinetoli Istituto Scolastico Comprensivo  “A. De Carolis”     Acquaviva Picena.

Lo spettacolo, che vede la presenza di circa 600 studenti, sarà per i ragazzi un momento di confronto tra la pagina scritta e l’azione sulla scena e verrà rappresentato in tre comuni diversi: Ascoli Piceno il 13 Maggio alle ore nove presso l’ex Chiesa di Sant’Andrea; Amandola il 14 Maggio alle ore 9 presso il cinema – teatro Europa; Monsampolo del Tronto il 15 Maggio alle ore 9 presso il Teatro Comunale.

Al termine della rappresentazione teatrale, seguirà, al fine di approfondire questo aspetto, una tavola rotonda tenuta dagli artisti che hanno messo in scena lo spettacolo, durante la quale verranno offerti ai ragazzi spunti di dialogo e confronto sulla trasposizione scenica ed il lavoro di attore come creatore di un’opera artistica autonoma rispetto al testo.

Cosa vuol dire scrivere per il teatro? In cosa consiste la differenza tra un testo drammatico,un racconto,un monologo,un romanzo o un trattato filosofico?

Queste domande sono state alla base del progetto-concorso “Scrivere il teatro a scuola”, che si è proposto di mettere in chiaro le specificità della scrittura teatrale, gli elementi che la contraddistinguono e che sono rimasti immutati pur nell’evolversi delle situazioni storiche e delle espressioni artistiche del mondo occidentale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 469 volte, 1 oggi)