SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Lega Navale vola a vele spiegate. La sezione sambenedettese per questo mese di maggio propone in coincidenza con l’Assemblea nazionale della Lega Navale, che si terrà proprio a San Benedetto il 21 e 22 maggio, un bel carnet di iniziative.
Mercoledì 12 maggio, presso lo chalet della Lega Navale sito sul lungomare Europa, una conferenza stampa ha presentato due interessanti iniziative legate al mondo del mare: una mostra, che verrà inaugurata sabato 15 maggio presso la Palazzina Azzurra, dal titolo “Jack La Bolina, un uomo della nostra terra al servizio del mare italiano”, curata da Gigi Anelli e Giuseppe Merlini. E la presentazione di un libro, domenica 16 maggio presso il Palazzo Bice Piacentini, dal titolo “Manoscritto 22, paesaggi mediterranei”, edito dalla Lega Navale e curato dalla professoressa Maria Perla De Fazi.

Presenti alla conferenza tutti i personaggi impegnati in questa opera di promozione della cultura locale del mare, tra gli altri, il presidente della sezione sambenedettese della Lega Navale Sandro Nulli, Gigi Anelli, socio e grande promotore delle iniziative culturali della Lega Navale, l’assessore alla Cultura Margherita Sorge, Alessandro Amadio, responsabile dell’attività espositiva del Comune, la professoressa Maria Perla De Fazi, Raffaella Lamponi della Biblioteca comunale e, infine, Silvia Merlini della Gem elettronica di Grottammare, azienda sponsor dell’iniziativa.

Una mostra patrocinata dall’Amministrazione comunale con foto, libri d‘epoca e documenti, che intende restituire a Jack La Bolina (pseudonimo di Augusto Vittorio Vecchi) la dimensione di “grande Piceno” che merita. Jack La Bolina, nato a Marsiglia nel 1842 da un esule ascolano, fu un personaggio di primo piano per la cultura del suo tempo: considerato uno dei padri della nautica da diporto moderna, fondatore, tra l’altro, del Regio Yacht Club a Genova e della Lega Navale Italiana, può vantare anche il titolo di primo scrittore italiano di letteratura di mare.
Proprio a La Bolina scrittore è dedicata la mostra della Palazzina Azzurra (dal 15 al 30 maggio), non solo scritti storici rivolti agli studiosi ma anche narrativa a sfondo marittimo con cui incitava alla vita di mare i giovani delle scuole. Di qui il coinvolgimento della Biblioteca comunale dove esiste una copiosissima sezione, unica e preziosa nel suo genere, dedicata proprio alla cultura del mare.
Parte della mostra è poi rivolta ai lavori dei bambini delle scuole di San Benedetto, disegni realizzati sulla scorta delle suggestioni delle novelle di Jack la Bolina, che l’attore Francesco Casagrande ha letto per loro.
Pezzo forte dell’esposizione sarà poi una gigantografia della Paranza, una delle imbarcazioni tipiche della nostra zona, di cui spesso La Bolina ci parla nei suoi racconti, fatta rivivere grazie ad un’opera commissionata per l’occasione all‘artista sambenedettese Pirò.

Ma le iniziative della Lega Navale non si fermano qui.
«In occasione dell‘Assemblea nazionale del 21 e 22 maggio, abbiamo deciso di omaggiare i convegnisti con un regalo speciale – spiega Gigi Anelli – Un libro dedicato ad una rara cartografia conservata nella Biblioteca Spezioli di Fermo, una pubblicazione destinata a farsi notare, infatti già molti studiosi e istituti specializzati non solo italiani ne hanno chiesto una copia».
Il libro è una riproduzione anastatica di una cartografia relativa al Mediterraneo Orientale – probabilmente la rotta di un mercante – risalente alla prima metà del Seicento, corredato da uno studio critico condotto dalla professoressa De Fazi. Il documento rappresenta un pezzo unico. Per la sua particolarità infatti non può essere definito una carta nautica né tanto meno militare, «lascia quindi il campo aperto alle ricerche degli storici che potranno dirci qualcosa di più preciso in merito, proprio per questo stiamo cercando di diffondere lo studio oltre i confini della nostra piccola comunità», conclude la professoressa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)