SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se ne fece un gran parlare, in città, nell’autunno scorso. La cassa di colmata, assicura l’assessore alle attività portuali Settimio Capriotti, a breve sarà ricoperta sulla sua superficie.

Come noto, si tratta di una vasca aderente al molo nord del porto peschereccio, nella quale sono stati depositati due diversi carichi di materiale sabbioso nel quale i tassi di inquinamento sono tali da non permetterne la distribuzione lungo le spiagge erose dal mare. Il primo deposito venne fatto nel 2008, con la sabbia non compatibile prelevata dai fondali dell’imboccatura del porto nel corso del dragaggio di quella primavera. Il secondo deposito, quello che creò più polemiche e timori, avvenne l’autunno scorso. Si trattava di sabbie e fanghi inquinati provenienti dal porto canale di Senigallia.

La cassa di colmata, che nelle intenzioni di Regione e Genio Civile (e di riflesso del Comune) sarebbe dovuta diventare una sorta di nuova banchina portuale (con una superficie occupabile da locali pubblici e ristoranti, azzardò l’ex assessore regionale, il Verde Gianluca Carrabs), di fatto non è mai stata ricoperta. Messa in sicurezza sì, assicurano le istituzioni, con le scogliere lungo i lati e i teli impermeabili sul fondo che impedirebbero gli sversamenti in mare del materiale inquinato (che comunque sempre dal mare proveniva, era questo il leit motiv fra gli amministratori pubblici). Alcune analisi universitarie commissionate dal Comune sulle acque sottocosta, poi, misero in luce la salubrità del mare e del pescato.
La copertura, promessa e poi ancora non effettuata, pare che ora abbia visto giungere il suo momento. Interpellato su questo tema da Rivieraoggi.it, l’assessore Capriotti ha assicurato che i lavori stanno per iniziare e saranno contestuali ai lavori di manutenzione straordinaria agli attacchi dei pescherecci, finanziati dal Genio Civile Opere Marittime nel dicembre scorso. La ditta che ha ricevuto l’appalto, la “Pasqual Zemiro”, secondo quanto riferisce Capriotti si occuperà anche della copertura alla cassa di colmata

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 853 volte, 1 oggi)