SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al termine di un percorso di educazione alla legalità e di orientamento al funzionamento delle istituzioni, 3 quinte classi della scuola primaria “Bice Piacentini” hanno tenuto lunedì mattina, nella restaurata sala di viale De Gasperi, una simulazione di seduta consiliare per dibattere i temi di un apposito ordine del giorno predisposto dalle due liste che si sono affrontate nelle elezioni interne.

I ragazzi avevano infatti partecipato in precedenza ad una tornata elettorale dalla quale erano scaturiti i consiglieri, il sindaco e gli assessori che si sono presentati in Municipio.

Accolti dal presidente del consiglio comunale Giulietta Capriotti e dal vicesindaco Antimo Di Francesco, i ragazzi, dapprima timidamente poi in modo sempre più partecipato, hanno dibattuto argomenti come la possibilità di avere a disposizione i locali scolastici anche nelle ore pomeridiane, la richiesta di usufruire del giardino e della biblioteca della “Piacentini” per organizzare incontri e momenti per il gioco e la lettura, l’impiego di spazi ed attrezzature sportive pubbliche al di là dell’utilizzo riservato alle società, l’attivazione di un cineforum con film adatti alla loro età.

Ogni dibattito si poi concluso con una votazione, esattamente come accade per il consiglio “dei grandi”. Naturalmente i ragazzi non si sono fatti sfuggire l’occasione per porre diversi quesiti agli amministratori presenti. E’ stato il vicesindaco Di Francesco a dare risposte “istituzionali” ai problemi avvertiti dai ragazzi come, ad esempio, la sistemazione del parco del quartiere S. Antonio, l’imbrattamento dei muri, il disturbo provocato da rumori durante le ore del riposo, la sistemazione dei marciapiedi e il miglioramento della segnaletica in varie zone della città.

Al termine, la presidente Capriotti ha offerto agli ospiti una merenda a base di pane e olio e mele biologiche.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 269 volte, 1 oggi)