MARTINSICURO – CASALINCONTRADA    2 – 1

 

MARTINSICURO: Carfagna 7.5, Vallese 7, Piunti  6.5 (25’st Paci 6.5), Scarpantoni  6.5 (41′ Massetti 6.5), Sabini 7, Capretti 6.5, Del Grosso 6.5, Cipolloni 7, Picciola 6.5, Nepa 6.5, Capretta 7 (1’st Ventresini 6.5). A disp. Damiani, Coccia,Vignoni, Minollini. All. Daniele  Fanì

CASALINCONTRADA: Longobardi 6.5, Longo 6.5, Di Brigida, 7 Pasquini 6.5 (1’st. Di Credico  6.5), Polidoro 6.5 (1’st. Melena 6.5), Marchetti 6.5, Montanaro Ma. 6.5 (13’st. Vespucci 6.5), Di Giorgio 6.5, Lalli 7, Bonelli 7, Catenaro 6. A disp. Montanaro Mi., Di Rocco, Salvatore, Angelucci. All. Giuseppe Giurastante

Arbitro: Paolo Battistelli de L’Aquila 7(Francesco Capoccitti di Avezzano e Andrea Colangelo di Pescara)

Reti: 39′ Del Grosso (M), 20′ st. Bonelli (C), 27’st. Carfagna rig.

Note: Espulso 29’st. Catenaro, rosso diretto per brutto fallo a centrocampo

Ammoniti Cipolloni, Massetti, Marchetti, Lalli, Vespucci. Angoli 5-0 per il Martinsicuro, spettatori 350 circa.

 

MARTINSICURO –  E’ il capitano del Martinsicuro Andrea Scarpantoni ad alzare al cielo la Coppa Mancini riservata alla squadra vincitrice dei due gironi di promozione. L’incontro si è giocato, con l’accordo delle due società, presso il nuovo impianto in sintetico del comunale di Martinsicuro. Una partita giocata a viso aperto con molte occasioni da rete.

Partono meglio gli ospiti che nei primi minuti si fanno pericolosi. Al 7′ è Catenaro a tirare in porta, ma la conclusione da buona posizione termina fuori. All’11’, su azione di calcio d’angolo, Capretta cade a terra a centro area, ma le proteste dei locali non danno esito e Battistelli indica di proseguire. Al quarto d’ora occasionissima per i chietini, che dopo un’azione combinata mettono Lalli solo di fronte a Carfagna che in uscita spericolata devia la sfera. Al 25′ punizione dai 25 metri di Capretta, fermata in due tempi da Longobardi.

Al 40′ i biancazzurri locali vanno in vantaggio con un sinistro dal limite di Del Grosso che si insacca a fil di palo trovando impreparato l’estremo ospite.

Al rientro dagli spogliatoi mister Giurastante effettua due cambi, inserendo Di Credico e Melena. Al 10′ è Di Giorgio che spara sicuro da centro area, ma Carfagna riesce nella deviazione. Sulla ripartenza è Nepa che chiama Longobardi alla deviazione aerea.  Bonelli ci prova al 15′ ma Carfagna non si fa sorprendere.

Il numero 10 chietino riesce ad andare in gol al 20′ quando in piena area raccoglie un traversone dalla sinistra ed al volo trafigge l’estremo locale. Corre il 27 quando c’è un angolo per il Martinsicuro. Sulla battuta dell’angolo Capretta salito in area avversaria cade a terra e l’arbitro non ha esitazioni ed indica il dischetto tra le proteste degli ospiti.

A sorpresa sul dischetto va il portiere Carfagna il cui tiro, angolatissimo e forte, non permette a Longobardi di arrivarci nonostante avesse intuito l’angolo. Dopo gli ultimi quattro rigori consecutivi falliti è stato il portiere a prendersi la responsabilità vincente della trasformazione.

Poco dopo rosso diretto del sig. Battistelli a Catenaro, reo di un brutto fallo a centrocampo ai danni di Del Grosso. A quel punto gli ospiti non hanno più la forza di recuperare, lasciando ampie praterie per il contropiede del Martinsicuro, con Picciola che si divora due occasioni.

Al triplice fischio finale è tripudio sugli spalti. I tifosi festeggiano un’annata eccezionale per il calcio truentino, che vince campionato e coppa, e raggiunge la finale regionale con la juniores.

Il trofeo è stato consegnato dal Presidente della Federazione abruzzese Daniele Ortolano. Presente sugli spalti il primo cittadino di Martinsicuro Abramo Di Salvatore. Buona la direzione dell’Aquilano Battistelli e dei suoi assistenti.

Nel dopopartita festeggiamenti per la storica promozione in eccellenza con porchetta e pizze accompagnate da birra e coca alla spina a salutare un anno indimenticabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.956 volte, 1 oggi)