SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Il partito socialista ha deciso quasi all’unanimità di rimanere nella maggioranza con Gaspari. Il consigliere Mario Narcisi? Parli a titolo personale, non a titolo del partito. Se non è in sintonia con il partito, restituisca pure la tessera».
Parole del segretario comunale del partito socialista Umberto Pasquali, che ha tenuto una conferenza stampa sabato mattina assieme al sindaco Giovanni Gaspari per rendere noti i risultati dell’assemblea di partito di venerdì, in cui si discuteva la proposta di Narcisi di portare fuori dalla maggioranza il partito. Proposta non accolta, si registrano tutti voti contrari e l’astensione di Fiorenzo Tomassini.
Narcisi, sostiene Pasquali, non vuole restituire la tessera, ma non sarà espulso dal partito «che ha le porte aperte sia in entrata che in uscita».
Pasquali, poi, critica senza mezzi termini l’operato politico in consiglio comunale da parte del primario dell’ospedale civile Narcisi. «Si ricordi che se lui oggi è consigliere, lo deve alle dimissioni dell’ex assessore Giancarlo Vesperini e dell’entrata in giunta di Leo Sestri».
Riguardo all’incontro avuto recentemente con Orlando Ruggieri, alfiere di una lista alternativa a Gaspari per le elezioni 2011, Pasquali risponde così: «Sono andato per ascoltare, è sempre meglio ascoltare».
Riguardo all’entrata nel cda della Multiservizi della giovane socialista Cristina Mazza al posto di Federico Falaschetti (in rotta di collisione con Gaspari per aver partecipato alle riunioni che dovevano portare ad una mozione di sfiducia al sindaco assieme al centrodestra), Pasquali parla di «partito che si deve svecchiare ed aprire al nuovo, in questo senso plaudo alla nomina di Giulio Brandimarti a vicepresidente del Consorzio Turistico al posto dell’altro socialista Giocondo Recchi, una nomina per la quale ringraziamo il sindaco di Offida Lucciarini».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)