ANCARANO – L’amministrazione comunale di Ancarano recepisce le norme della Legge Regionale sul Piano Casa e approva, rendendolo immediatamente esecutivo, il relativo Regolamento attuativo.

Seppure il Consiglio Regionale abbia concesso una proroga dei termini di applicazione fino al 31 luglio 2010, l’amministrazione comunale ha voluto procedere con il recepimento del regolamento per offrire da subito la possibilità ai proprietari delle unità immobiliari di beneficiare della L.R. 16/2010.

Con l’approvazione del Piano Casa i cittadini potranno ampliare le abitazioni che ricadono sul territorio di Ancarano – salvo alcune eccezioni, come le aree rientranti nei centri storici – del 20% della superficie lorda esistente.

Sarà anche possibile demolire e ricostruire integralmente un edificio, avvalendosi di un aumento del 35% della superficie esistente solo nel caso in cui vengano utilizzate tecniche costruttive della bioedilizia e fonti rinnovabili di energia. Gli interventi saranno ammissibili su quegli immobili che alla data del 31 marzo 2009 risultino essere abitabili ed i lavori terminati.

L’ampliamento del 20% sarà possibile anche per le abitazioni in zona agricola fino al raggiungimento del limite massimo previsto dalla legge, fissato in 800mc.

In tutti gli interventi si dovranno comunque rispettare le altezze previste dal Pre e gli standard edilizi.

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stato anche approvato il Piano per lo sviluppo della rete degli esercizi di somministrazione alimenti e bevande che di fatto comporta la liberalizzazione delle licenze relative agli esercizi pubblici di bevande, e l’approvazione del Regolamento disciplinante l’installazione di impianti fotovoltaici a terra nel territorio comunale.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)