SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Scoprire il Piedibus, l’autobus che va a piedi, un modo innovativo per coniugare educazione alla mobilità, rispetto dell’ambiente e socializzazione. Ed evitare file chilometriche di auto con genitori ansiosi di fronte a scuole che magari si trovano a cento metri dalle abitazioni degli studenti.

Il piedibus sarà l’argomento del convegno “Sulle orme del piedibus, se lo conosci lo insegui” che si terrà venerdì 7 maggio alle 20.30 presso il teatro San Filippo Neri.

L’incontro è stato organizzato dalle maestre della scuola elementare Zona Nord, dal comitato di quartiere San Filippo Neri, dall’assessorato all’Ambiente del Comune e da LegaAmbiente.

Da alcuni anni nel quartiere nord di San Benedetto infatti alle 8.05 dei “serpentoni” formati da tutti gli alunni della scuola elementare Zona Nord, accompagnati da maestre, dai membri del comitato di quartiere San Filippo Neri e dai genitori, si recano a scuola con gli zaini in spalla e i capellini di vario colore in testa, partendo da uno dei quattro punti di raduno individuati dai colori giallo, rosso, blu e verde.

Il convegno cercherà di rispondere ad alcune domande, come ad esempio qual è il senso e l’importanza di un progetto come Piedibus; quali sono gli “effetti collaterali” nel quartiere o quale futuro prospettare per tale attività.

L’incontro sarà inoltre un momento di confronto anche con altre esperienze, come quella di Senigallia (presentata dal dott. Alberto di Capua, presidente dell’Age, l’Associazione Genitori di Senigallia) e per comprendere l’integrazione tra ambiente e salute su cui relazionerà il dott. Angelo Goglia, presidente dell’Arpam e responsabile regionale dell’Isde Medici per l’Ambiente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 370 volte, 1 oggi)