SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta martedì al Ristorante d’Arte Mirò di Porto d’Ascoli la festa della Samb, che ha celebrato, con dirigenza, staff e dirigenza, la promozione nel Campionato Nazionale Dilettanti.

Un’occasione per ripercorrere le fasi salienti della stagione 2009-2010, contornata di gioie, ma anche di terribili momenti negativi, che il ds Giulio Spadoni non ha voluto dimenticare: «Ricordo ancora quella famosa contestazione in autunno, dopo la gara con la Cingolana. Abbiamo saputo reagire alle difficoltà rimboccandoci le maniche».

Ora la parola d’ordine sarà “ripetersi”, come auspicano il presidente Sergio Spina ed il vice Claudio Bartolomei: «Cercheremo di fare una squadra più forte. Questa è già competitiva, ma cercheremo comunque di rafforzarla».

Parole infine pure per l’acclamato mister Palladini, che ha riversato le virtù sui suoi ragazzi: «Il merito è soprattutto loro, sono stati fantastici. Io ho solo messo la mia esperienza di giocatore a disposizione. Il grosso l’hanno fatto loro».

Tante le autorità politiche intervenute. Dal sindaco Gaspari all’assessore regionale Sandro Donati, passando per quelli provinciali e comunali Pasqualino Piunti, Bruno Gabrielli, Eldo Fanini e Paolo Canducci

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.462 volte, 1 oggi)