TABELLINO Sigma Coatings Montegranaro-Air Avellino: 81-89
SIGMA COATINGS MONTEGRANARO: Nasini ne, Cernivani ne, Antonutti 5, Cavaliero 12, Marquinhos, Filloy 11, Maestranzi 16, Lechthaler 7, Tsaldaris 16, Cinciarini, Brunner 4, Ivanov 10. All.: Frates Fabrizio.
AIR AVELLINO: Troutman 14, Dylewicz 9, Casoli ne, Lauwers 6, Brown 10, Cortese, Iannicelli ne, Napodano ne, Porta 4, Nelson 11, Szewcezyk 21, Akyol 14. All.: Pancotto Cesare.
Arbitri: Fabio Facchini, Carmelo Lo Guzzo, Biggi Maurizio.
Note: parziali 19-22, 41-41, 59-61. Tiri da due Montegranaro 15/30, Avellino 25/36; tiri da tre Montegranaro 13/35, Avellino 7/19; tiri liberi Montegranaro 12/14, Avellino 18/24; rimbalzi Montegranaro 26, Avellino 36; falli Montegranaro 23, Avellino 21; assist Montegranaro 7, Avellino 12; stoppate Montegranaro 2, Avellino 2.
Fallo tecnico: Ivanov (M) al 13’09” (25-26); Troutman(A) al 15’42” (27-34)
Spettatori: 2900

PORTO SAN GIORGIO – La Sutor scesa in campo contro i campani, non sembra essere la stessa delle dieci vittorie consecutive grazie alle quali, nonostante la pesante sconfitta, si guadagna l’accesso matematico ai play-off a tre giornate dal termine del campionato.

Stavolta, è la squadra ospite che dà il ritmo alla partita, con grinta e compattezza spezza la sua serie negativa di 10 gare perse in trasferta e mette ko una Sutor fuori forma che fa fatica ad entrare in partita.

Il primo canestro in assist con Maestranzi è per Ivanov, protagonista indiscusso del primo quarto; mette a segno ben 10 punti in soli 10 minuti ma la sua carica viene spezzata poco dopo quando l’arbitro gli fischia un fallo tecnico. Risponde subito Akyol, poi Cavaliero e  di nuovo Ivanov riporta sul 6-2. Dalle file bianco verdi si fa notare Troutman, anche lui richiamato per un tecnico subito dopo Ivanov, e si va in parità (6-6). Ci pensa Nelson ad allungare ma la Sutor non demorde e con la tripla di Antonutti e la schiacciata di Lechthaler riacquista il vantaggio per 15-12. E’ il momento di Szewcezyk , top scorer da 21 punti e 9 rimbalzi, Avellino non si arresta e fa suo il quarto per 17-22.

La seconda frazione di gioco scorre sul filo dell’equilibrio fino al tecnico fischiato a Ivanov, i campani ne approfittano e volano a +7 (25-32). Arriva un altro fallo tecnico, questa volta al centro avellinese, Montegranaro sembra aver ritrovato il canestro e la tripla di Capitan Filloy li riporta sul -2 (32-34). Le due squadre sembrano equilibrate, si va così al riposo lungo in perfetta parità 41-41.

Al rientro, un’energica Avellino cerca di prendere le distanze dai padroni di casa, portandosi al + 8 con i 2p di Szewcezyk (46-54). Sul finale la precisione dall’arco di Tsaldaris prima e Maestranzi poi riporta i gialloblu in partita chiudendo 59-61.

E’ di nuovo una bomba di Maestranzi ad aprire l’ultima frazione di gioco, ma risponde subito Dylewicz da tre. Le triple del play italo-americano e i tiri da sotto del greco cercano di limitare i colpi, si torna in parità (70-70). Un fallo antisportivo a Cinciarini fa deconcentrare nuovamente i gialloblu, che mollano la presa e danno il via al disastroso parziale del 13-1 per gli irpini; devastanti le tre schiacciate del fenomeno Szewcezyk (71-83). Ormai i giochi sembrano fatti, negli ultimi secondi la Sutor cerca solo di contenere i danni concludendo per 81-89.

Brutta sconfitta per la squadra di coach Frates, che dimostra più volte di non essere lucida e presente nei momenti decisivi. Con l’entrata matematica ai play-off, si spera solo che nel prossimo impegno di sabato contro l’Armani Jeans, i gialloblu ritrovino quella grinta e determinazione che li ha portati a questo importante risultato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 394 volte, 1 oggi)