SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sambenedettesi generosi con i bambini di Haiti sopravvissuti al recente terremoto. Domenica 2 maggio, infatti, si è svolta nel giardino della Palazzina Azzurra un’asta di beneficenza con un battitore d’eccezione: Massimiliano Ossini, conduttore di Linea Verde, popolare trasmissione di Rai1. All’asta sono andati vari oggetti: offerti dai commercianti associati a Confcommercio e Confesercenti (abbigliamento, oggettistica per la casa, ecc), quadri di artisti locali (Tamara Aureli, Giuseppe Giardina, Simona Lucidi, Francesco Pompei, Mimmo Santoro, Luisa Trappini) e le “pigotte”, bambole confezionate dalle componenti del Movimento Italiano Casalinghe per la locale sezione Unicef coordinata dalla signora Sonnina Acciarri.

In coppia con il mago Pierre, Ossini è stato un vero e proprio mattatore del pomeriggio, dalle ore 17 alle 20 circa. L’iniziativa era organizzata dal Comune di San Benedetto in collaborazione con Confcommercio, Confesercenti e con l’associazione “Arte E20” animata dalla stessa Tamara Aureli, “capofila” degli artisti locali. Raggiunto l’obiettivo della manifestazione, ovvero raccogliere 3 mila euro. Nonostante la giornata di tempo variabile, tra le quattro e le cinquecento persone sono passate per la Palazzina, facendosi coinvolgere nell’allegria dei due conduttori.

L’assessore alle Politiche della città solidale Loredana Emili ha salutato e ringraziato i presenti: sia coloro che hanno lavorato alla riuscita dell’iniziativa, sia i cittadini, che hanno risposto con grandissima generosità. E se l’iniziativa alla Palazzina era a favore dei bambini, una seconda asta di beneficenza si svolgerà a partire dalle ore 16 di sabato 8 maggio in viale Secondo Moretti, a favore delle mamme di Haiti, in coincidenza con la “festa della mamma”. Quel giorno saranno in vendita le piantine coltivate dalla cooperativa “Primavera” di San Benedetto, e il ricavato andrà a “Save the children”, per i bambini e le loro comunità di appartenenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 396 volte, 1 oggi)