SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’imprenditore monteprandonese che nel 2007 venne accusato di molestie sessuali ora si trova sotto processo anche per un’accusa di calunnia nei confronti del Maresciallo dei Carabinieri che si occupò del caso.
La vicenda risale ai giorni successivi alla sua scarcerazione, quando l’imprenditore fu accusato di molestie sessuali ai danni di una sua dipendente.

In seguito l’uomo fece delle accuse al militare, sostenendo che avrebbe tenuto una condotta poco rispettosa della privacy della sua famiglia.

Nel merito la magistratura verificò le azioni del Maresciallo e stabilì che il militare fece il suo dovere rispettando le procedure. In seguito il Carabiniere ha denunciato l’imprenditore e la moglie per calunnia.
Il 5 maggio i due imputati hanno riferito presso il Palazzo di Giustizia di San Benedetto la loro versione dei fatti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 784 volte, 1 oggi)