SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è anche l’ipotesi di una “zona franca comunale” per le nuove imprese che si insediano a San Benedetto del Tronto, con l’esenzione triennale di Ici, Tarsu e Tosap: di questo il sindaco Giovanni Gaspari ha parlato venerdì scorso, 30 aprile, con il presidente provinciale di Confindustria Bruno Bucciarelli e il direttore Luciano Vizioli, per studiare possibili strategie a sostegno e per il rilancio dell’economia.
In particolare, oltre quello già citato, sono stati fissati alcuni argomenti, di cui si tornerà a parlare a breve: turismo, Sentina, infrastrutture, trasporto ferroviario, energia, semplificazione burocratica e possibili agevolazioni fiscali come l’ipotesi di rinviare o rateizzare l’anticipo dell’Ici (tradizionalmente previsto per il mese di giugno). Un argomento di particolare interesse per Confindustria è lo sviluppo del porto, anche alla luce della sezione “Nautica e attività portuale”, recentemente creata all’interno della stessa associazione.
Oggi comunque, lunedì 3 maggio, nella sede ascolana di Confindustria, nel corso della “giunta” sono stati invitati il sindaco Gaspari, altri sindaci del territorio e il presidente della Provincia Celani, per approfondire ulteriormente questi aspetti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 438 volte, 1 oggi)