ANCARANO – Accesso vietato ai cani nelle aree pubbliche verdi e nei parchi giochi per i bambini. Ad Ancarano l’amministrazione comunale, dopo le ordinanze che disciplinano il volantinaggio selvaggio e vietano la prostituzione in strada, ha messo in atto un nuovo provvedimento amministrativo mirato ad evitare che le aree pubbliche verdi siano sporcate dagli escrementi dei cani.

L’ordinanza non contiene solo il divieto ma indica anche una zona in cui sarà possibile portare a passeggio i quattro zampe, individuata nei pressi degli impianti sportivi in località Fonte Monsignore.

Sul territorio a tal proposito saranno posizionati appositi cartelli segnaletici, per impedire di fare errori. I contravventori infatti saranno puniti con un’ammenda di 100 euro.

«Questo provvedimento – spiega il vice sindaco Silvano Del Cane, promotore dell’ordinanza – non vuole essere un modo per limitare la libertà dei cani o dei loro proprietari di portarli a passeggio sul nostro ambito comunale. Infatti è stata creata una zona ad hoc per gli animali. L’iniziativa si è solo resa necessaria poiché i prati sporchi da escrementi visibili e non, il pelo del cane e la paura che qualcuno ha verso i quattro zampe possono essere, da un lato portatori malattie e dall’altro compromettere la libertà dei bambini, dei loro genitori o di chi vuole passeggiare nel verde».

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 315 volte, 1 oggi)