TAGLIACOZZO – MARTINSICURO 1–1 (0–0)

TAGLIACOZZO: Scafati, Bisegna, Montelisciani, Di Biase,(5’st.Tocci), Fedele, Tancredi, Giuliani (11’st.Maiolini), Proia, Idrofano S. (29’st.Palanetti), Di Poggiovalle, Shero. A dip. Colella, Rodrigo, Di Giammarino, Idrofano M. All. Giannini

MARTINSICURO
: Carfagna, Vallese, Piunti, Scarpantoni, Paci, Piunti, Vignoni, Cipolloni, Ventresini 8 19’st. Capretta), Nepa (45’st. Minollini), Massetti (42’st. Del Grosso). A disp. Damiani, Coccia, Picciola, Rossi. All. Fanì

Arbitro: Yuri Masrtogiuseppe di Sulmona ( Persiani e Solazzi di Avezzano)

Reti: 30’ st. Shero, 34’ st. Capretta

Note: angoli 5-2 per il Martinsicuro, spettatori 300 circa, quasi tutti tifosi del Martinsicuro.

TAGLIACOZZO – Il Martinsicuro festeggia in terra marsicana la storica promozione in Eccellenza. Due pullman e un carosello di auto hanno portato a Tagliacozzo circa 250 tifosi con l’assessore allo sport della cittadina Alberto Tuccini sugli spalti a rappresentare l’amministrazione. Mister Giannini deve fare a meno degli squalificati Caroso, Mehillay e Ranfone e non rischia il diffidato Idrofano in vista dei play out. Dall’altra parte Fanì deve fare a meno del solo difensore centrale Sabini per squalifica, sostituendolo con Paci e riproponendo la stessa formazione che una settimana fa ha superato in casa il Castelnuovo.

Le prime due azioni degne di nota sono di Ventresini, che tenta il gol al quarto minuto e al 22’, con entrambi i tiri deviati da Scafati.

Prima dello scadere buona opportunità per Giuliani che non aggancia solo in area. La ripresa vede i locali più intraprendenti, e all’8’ ci prova Bisegna, con Carfagna che alza in corner. Al 10’ è ancora Ventresini che su azione di calcio d’angolo non trova la porta. Al 28’ e Idrofano che dal limite fa partire un forte tiro che scheggia la traversa. Gelo sullo stadio al 32’ quando Shero, appena entrato in area, lascia partire un gran tiro che si insacca all’incrocio. Ammutoliti i supporter ospiti, con il Martinsicuro che cambia completamente passo e si getta nella trequarti locale. Il cambio repentino di gioco dei truentini crea occasioni a ripetizione. Al 33’ Massetti e Capretta si ostacolano a tre metri da Scafati, con il tiro di Massetti facile preda del portiere locale. Un minuto dopo è Nepa a tentare il pareggio, fermato fallosamente in area: Mastrogiuseppe, posizionato a pochi metri dall’azione, non esita ad indicare il dischetto del rigore.

Al tiro va Capretta, con Scafati che devia la sfera. Per il Martinsicuro sesto penalty sbagliato in stagione e quarto consecutivo. Il Martinsicuro continua a premere e non arretra di un centimetro, chiudendo gli avversari nella loro metà campo e il pareggio arriva dopo un minuto. Slalom in area di Nepa che dal fondo mette al centro, dove ad arrivare per primo è Capretta che in scivolata mette dentro il sospirato e meritato pareggio. Lo stadio esplode. Dopo il gol del pareggio le azioni di gioco si fanno più rade, aspettando il triplice fischio finale che accende la gioia dei sostenitori ospiti. A 45 anni dalla fondazione, la società arriva al massimo campionato regionale. La festa comincia sul campo e sugli spalti con il lancio delle maglie e il volo d’angelo dei giocatori verso la tribuna, per poi continuare negli spogliatoi con una doccia collettiva a base di spumante.

Il viaggio di ritorno di giocatori e tifosi in pullman è stato accompagnato da cori e manifestazioni di esultanza. Ad attendere in serata l’arrivo dei giocatori in piazza Cavour c’erano moltissimi tifosi, che hanno dato vita ad una festa proseguita poi con una cena collettiva. Una giornata di esultanza che rimarrà indelebile nella storia calcistica della cittadina.

Mercoledì riprenderanno gli allenamenti in vista dell’ultimo impegno: la Coppa Mancini, tra le vincitrici dei due gironi regionali di promozione. Avversari i chietini del Casalincontrada.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.958 volte, 1 oggi)