SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il luogotenente Rocco Orlandi della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto è stato invitato dal comandante generale del corpo delle capitanerie di porto, Ammiraglio ispettore capo Raimondo Pollastrini presso il centro storico culturale delle capitanerie presso il Forte Michelangelo di Civitavecchia, per commemorare il 40° anniversario dell’affondamento della motonave di bandiera inglese “London valour”.
Orlandi infatti partecipò a soli 17 anni alle azioni di salvataggio della nave nelle acque di fronte al porto di Genova il 9 aprile 1970. Perirono venti persone tra membri dell’equipaggio e i familiari mentre altre 39 furono salvate.
In particolare la motovedetta Cp 233, al comando dell’allora capitano di porto Giuseppe Telmon, riuscì in condizioni meteomarine estreme (raffiche di vento 50 nodi – libeccio forza 10 tempesta), ad uscire in mare e portare in salvo ben 26 naufraghi. Orlandi in qualità di componente l’equipaggio fu decorato della “medaglia d’argento al valor di Marina” mentre al comandante è stata conferita la medaglia d’oro.
Durante la cerimonia al luogotenente Orlandi, unico ancora in servizio, è stata consegnata una targa commemorativa dell’evento, in un clima particolarmente toccante.
Con l’occasione è stato presentato un filmato d’epoca sul naufragio accompagnato dalle musiche di Fabrizio De Andre’ che nella sua raccolta “Rimini” dedicò una canzone all’affondamento della London Valour.
Il comandante della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto, capitano di fregata Daniele Di Guardo si è complimentato con il luogotenente per il riconoscimento che è motivo di soddisfazione e lustro dell’intera Capitaneria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.004 volte, 1 oggi)