Da Riviera Oggi in edicola numero 819

GROTTAMMARE – Sempre riguardo al bilancio nel campo della cultura, sono due le tappe ancora segnate nell’angenda del mandato Merli. La prima è il «ricavare in economia nei ruderi del castello di Grottammare un piccolo spazio per il pubblico spettacolo. Il “Giardino del Castello” ospiterà la nuova edizione della rassegna “Voci tra le mura”».

La seconda è sicuramente importante in questo periodo che ha visto nell’ultimo anno la chiusura dei due cinema punto di riferimento per tutta la zona, le Palme ed il Calabresi, e vedrà il ritorno del cinema in pellicola anche a Grottammare. No, purtroppo non riapre (ancora?) il cinema Sibilla – se non fosse per la crisi… «Non potendo raggiungere l’obiettivo previsto dal programma di riaprire una sala cinematografica, ci limiteremo quest’anno ad approssimarci ad esso attraverso un calendario di proiezioni estive nel giardino comunale che, grazie all’organizzazione del “Cinema Margherita” di Cupramarittima, consentirà di proporre al pubblico ad un prezzo ridotto i migliori film dell’anno in corso»

«Non saremmo amministratori responsabili – spiega Piergallini – se con rassegnazione e fatalismo, nascondendoci dietro alle difficoltà economiche, affermassimo semplicemente che alcuni degli obiettivi rimasti non possono essere raggiunti e devono piuttosto essere rimandati a congiunture più favorevoli: occorre anche in questo caso agire secondo i margini d’azione consentiti dal presente. Perciò tenteremo anche quest’anno di realizzare queste due “tappe” importantissime per la città».

Il cinema Sibilla è stato un pezzo storico della nostra città. Come ci raccontò in un’intervista del 2007 Graziella Leti, a Grottammare c’erano ben quattro cinema, che noi trentenni possiamo ricordare bene soltanto per gli aneddoti dei nostri genitori. Il Sibilla è stato il punto di riferimento della passata generazione come per noi lo è stato il Calabresi e l’eventuale riapertura non può che generare un senso di positiva serenità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 744 volte, 1 oggi)