FLACCO PESCARA – MARTINSICURO   2 – 1 dts  (0-1, 1-1)

 

FLACCO PESCARA: Zolesi, Prosperi M,. Micco, Giuliani, Prosperi V, Tatonetti, Cara (109′ Norscia), La Selva, Di Carlo (77′ Di Giandomenico), Filosofi (68′ Febo), De Amicis (99′ Di Fabio). A disp. De Simone, Di Tella, Palmarini. All. Masciovecchio

MARTINSICURO: Damiani, D’Angelo (46′ Tormenti), Coccia, Toska, Capanna, Lavalle (102′ De Rito), Ulissi (46′ Ruggeri), De Dominicis (81′ Tremaroli), Picciola, Cusano (60′ Florà), Carbone. A disp. Rossi, Persichino. All. Scarpantoni

Arbitro Marco Calabrese di Avezzano  (Terenz Pellegrini e  Giuseppe Ricci di Chieti)

Reti: 33′ Cara, 62′ Picciola rig., 95′ Cara

 

ATRI – La Flacco Pescara si aggiudica il titolo regionale juniores e rappresenterà la regione ai campionati nazionali. Esce sconfitta, ma a testa alta, la compagine del Martinsicuro con la sfida che si è conclusa ai supplementari. I pescaresi partono bene battendo nei primi dieci minuti quattro angoli, ma un attento Damiani chiude tutti gli spiragli.

Con il passare dei minuti prendono coraggio i teramani, e con le ripartenze rapide dello sgusciante Picciola viene messa a dura prova la difesa della Flacco.

All’11’ è lo stesso Picciola che entrando in area colpisce forte la sfera, che però si perde vicino all’incrocio. Alla mezz’ora i pescaresi vanno in vantaggio grazie a Cara, su passaggio di De Amicis. Il tempo si chiude con un’altra incursione di Picciola, con la conclusione che non centra la porta.

La ripresa si apre con le proteste dei teramani. Sulla sinistra si invola Carbone, si accentra e tira; la sfera viene deviata in maniera evidente da un difensore, ma l’arbitro opta per l’involontarietà. Tale situazione si ripete al 62′, con De Dominicis  che crossa dal fondo, ed ancora una mano che devia la sfera. Questa volta Calabrese non ha esitazioni ed indica il dischetto. Il tiro di Picciola spiazza  Zolesi e ripristina la parità. La partita continua senza offrire grandi occasioni, con i pescaresi che si fanno pericolosi al 37′ con un’incursione di  De Amicis, con la conclusione rimpallata.

Nei primi minuti del primo tempo supplementare arriva il gol che chiude l’incontro. Ancora uno sbaglio della difesa del Martinsicuro lascia la strada aperta a De Amicis, che si presenta solo davanti a Damiani: la botta a colpo sicuro viene deviata dalla prodezza del portiere del Martinsicuro, con la sfera che termina sui piedi di Cara, pronto a segnare a porta sguarnita.

Inutili le proteste dei teramani per una possibile posizione di fuorigioco. La stanchezza prende il sopravvento, saltano gli schemi ed i pescaresi portano al termine la gara senza  grandi patemi.

Una sconfitta per i martinsicuresi che non ha demoralizzato l’ambiente, visto il cuore dimostrato dagli atleti.

La gara si conclude con le premiazioni fatte dal Presidente regionale Ortolano e da quello vicario Pettinari. Ottima l’organizzazione della finale, curata dall’Hatria con il rinfresco a fine partita per giocatori, dirigenti e arbitri.

Appena sufficiente il comportamento dell’arbitro, mentre il guardialinee che agiva davanti alle panchine ha destato molte perplessità nelle segnalazioni, suscitando le ire dei circa cento tifosi martinsicuresi presenti sulle tribune.

I migliori Filosofi e De Amicis per la Flacco, Damiani e Picciola per il Martinsicuro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.007 volte, 1 oggi)