OFFIDA – Per la prima volta i Wild Bunch hanno suonato insieme ad Offida. In occasione infatti della serata organizzata dal Comune per festeggiare la Liberazione, il gruppo nato dalla commistione dei RossoPiceno (Emidio Rossi voce, Vanni Casagrande tastiere e Marco Paccasassi chitarra) e di Francesco Moneti “Fry” dei Modena City Ramblers, si sono esibiti martedì 27 aprile nello storico teatro Serpente Aureo. Un nutrito pubblico ha così potuto cantare insieme ai Wild Bunch le canzoni sul tema della resistenza, alcuni omaggi ad De Andrè e vari brani folk, genere che caratterizza fortemente il gruppo.

Non solo quindi ritmo e divertimento ma anche riflessione. Fry ha suonato anche alcuni brani dei RossoPiceno che faranno da colonna sonora al documentario sul campo nomadi Casilino di Roma “Me sem Rom”, in uscita prossimamente. Con Wild Bunch, formati nell’ottobre 2009, è stata sancita l’amicizia e la stima reciproca tra i Rossopiceno e i Modena City Ramblers. Dice Emidio Rossi: «I Wild Bunch sono uniti soprattutto dalla voglia comune di aiutare Emergency, infatti per raccogliere fondi abbiamo portato avanti a novembre un mini tour». I live sono forse un po’ risicati, per via dei molti impegni dei componenti, soprattutto di Fry con i Modena, ma tra i progetti futuri della band c’è sempre il desiderio di continuare a suonare per Emergency.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 704 volte, 1 oggi)