ALBA ADRIATICA – Alunni e colleghi la attendevano mercoledì per la gita scolastica, ma a quell’appuntamento Luisa Geremia non poteva presentarsi. Martedì sera, l’insegnante di educazione musicale si è tolta la vita impiccandosi nella cantina di casa. Il suo corpo è stato scoperto dal marito intorno alle 23, dopo ore di ricerche. A nulla è servito l’arrivo dell’ambulanza, che non ha potuto far altro che costatare il decesso, avvenuto nel pomeriggio.

La donna, quarantanovenne, viveva ad Alba Adriatica insieme al marito e alle due figlie, di 18 e 16 anni. Proprio a queste ultime avrebbe lasciato una lettera in cui spiegava i motivi del suo gesto. Conosciuta come una persona tranquilla e riservata, negli ultimi tempi pare che la donna soffrisse a causa di problemi familiari. La sua morte ha destato sgomento tra gli alunni e i conoscenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.440 volte, 1 oggi)