SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “I sognatori” affollano Piazza Matteotti. La scultura monumentale in bronzo di Paolo Annibali è stata finalmente inaugurata nel tardo pomeriggio di venerdì 30 aprile, davanti ad un numerosissimo pubblico.Un tronco d’albero di ben quattro metri d’altezza, che da oggi rappresenterà un nuovo punto di riferimento per una città che si riempie così di un’altra “icona”.

«Doniamo a San Benedetto un’altra bellissima opera d’arte», ha dichiarato entusiasta il sindaco Gaspari. «Paolo Annibali ha superato se stesso, regalandoci un’emozione grande. L’opera è un inno alla gioia e alla speranza. Un popolo senza speranza è destinato a finire».

Il primo cittadino ha poi voluto sottolineare come la realizzazione de “I sognatori” sia costata solamente 20 mila euro all’amministrazione comunale: «E’ stato possibile grazie al supporto degli sponsor, intervenuti nei finanziamenti per due terzi. Già negli anni Sessanta questo paese rifiutò di ospitare un monumento di venti metri di Pericle Fazzini. L’opportunità non fu colta e la Riviera finì col mangiarsi i gomiti. Io stavolta, reputando Paolo un grande artista, questo monumento non me lo sono fatto sfuggire».

Tante le autorità politiche che hanno partecipato all’inaugurazione. Dall’assessore regionale Sandro Donati al neo consigliere a Palazzo Raffaello Paolo Perazzoli, passando per gli assessori comunali Sorge, Fanini e Capriotti. Presente, ma defilato, anche Pietro Colonnella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.601 volte, 1 oggi)