SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stella Maris, e sono dolori: almeno a leggere i periodici comunicati inviati dai sindacalisti della Cgil in merito al mancato rinnovo del contratto, atteso da ben 54 mesi: «L’Amministrazione della Casa di cura continua a non applicare il contratto di lavoro disattendendo anche le indicazioni della sua associazione regionale » si legge nella nota stampa.
«La Casa di cura si ostina a non voler applicare neanche l’accordo sottoscritto dalla propria associazione Aiop regionale, per erogare gli arretrati relativi al biennio 2006-07 – continua il comunicato – La Casa di cura Stella Maris di San Benedetto del Tronto è rimasta l’unica struttura sanitaria della Regione Marche a non applicare l’accordo regionale, dimostrando una scarsissima sensibilità nei confronti dei propri dipendenti».
Dopo aver indetto lo stato di agitazione, la Cgil Funzione Pubblica hanno convocato, per il giorno 5 maggio, una assemblea del personale per denunciare la grave situazione, informare gli organi istituzionali e decidere le ulteriori iniziative sindacali, «il tutto mentre si continua a lavorare con livelli di assistenza e carichi di lavoro che condizionano fortemente la qualità del servizio», si scrive in conclusione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 327 volte, 1 oggi)